Perizia giurata per l’iperammortamento: dal Mise nuove istruzioni

Perizia giurata per l’iperammortamento: dal Mise nuove istruzioni

Con l’avvicinarsi del 31 dicembre – data ultima entro cui va presentato l’adempimento documentale relativo alla perizia per la fruizione dell’iper ammortamento – Fisco e ministero dello Sviluppo economico forniscono importanti chiarimenti ed indicazioni sull’agevolazione.

L’Agenzia delle Entrate, infatti, ha pubblicato la risoluzione n. 152/E/2017 che fornisce indicazioni sulla tempistica da rispettare per la redazione della perizia giurata, mentre il Ministero dello Sviluppo Economico ha emanato la circolare n. 547750/2017 che semplifica l’attività dei professionisti incaricati di redigere la perizia grazie alla predisposizione di modelli guida, comunque non obbligatori da seguire.

In particolare il Mise ha fornito indicazioni in merito al contenuto e alle modalità di redazione della perizia giurata o dell’attestato di conformità o della dichiarazione avente valore di autocertificazione, pubblicando uno schema tipo di perizia/attestazione (o autocertificazione) e uno schema tipo di analisi tecnica, precisando che l’adozione di tali schemi non è obbligatoria, essendo possibile adottare schemi o formati differenti o integrare gli schemi allegati con ulteriori elementi o indicazioni.

Ecco gli Schemi:

  1. Allegato 1
    – 
    Modello di perizia per beni compresi nell’allegato A annesso alla legge 11 dicembre 2016, n. 232 – Primo gruppo (Beni strumentali il cui funzionamento è controllato da sistemi computerizzati o gestito tramite opportuni sensori e azionamenti)
  2. Allegato 2 
    Modello di perizia per beni compresi nell’allegato A annesso alla legge 11 dicembre 2016, n. 232 (secondo e terzo gruppo) e nell’allegato B annesso alla legge 11 dicembre 2016, n. 232
    – Sistemi per l’assicurazione della qualità e della sostenibilità
    – Dispositivi per l’interazione uomo macchina e per il miglioramento dell’ergonomia e della sicurezza del posto di lavoro in logica «4.0»
    – Beni immateriali (software, sistemi e system integration, piattaforme e applicazioni) connessi a investimenti in beni materiali «Industria 4.0»
  3. Allegato 3
    Modello di relazione tecnica per beni compresi nell’allegato A annesso alla legge 11 dicembre 2016, n. 232 – Primo gruppo (Beni strumentali il cui funzionamento è controllato da sistemi computerizzati o gestito tramite opportuni sensori e azionamenti).

 

I commenti sono chiusi

Proudly powered by WordPress | Theme: Content by SpiceThemes