ProFire

L’elenco dei corsi autorizzati della ProFire

ProFire

Corsi autorizzati 2020OreCrediti
DIRETTORE DEI LAVORI ANTINCENDIO - CORSO DI SPECIALIZZAZIONE
4851
ATTIVITA' A RISCHIO RILEVANTE - LA NUOVA SEVESO III:  DECRETO LEGISLATIVO 26 GIUGNO 2015  N. 105 811
IL RISCHIO ELETTRICO E L’INCENDIO: CONNESSIONI E RESPONSABILITA’811
NORME TECNICHE IL NUOVO APPROCCIO ALLA PROGETTAZIONE ANTINCENDIO: TERMINI, DEFINIZIONI GENERALITÀ, METODI E STRATEGIE.811
LE NORME TECNICHE DI PREVENZIONE INCENDI D.M. 3 AGOSTO 2015.SEZIONE S 1 - 3 STRATEGIE DI REAZIONE, RESISTENZA AL FUOCO E COMPARTIMENTAZIONE 811
LE NORME TECNICHE DI PREVENZIONE INCENDI D.M. 3 AGOSTO 2015: SEZIONE S 6 - 8 GESTIONE DELLA SICUREZZA, CONTROLLO, RIVELAZIONE E GESTIONE DEI FUMI 811
LE NORME TECNICHE DI PREVENZIONE INCENDI D.M. 3 AGOSTO 2015: SEZIONE S 4 ESODO GESTIONE EMERGENZE, DISABILITA', INCLUSIONE E WAYFINDING 811
LE NORME TECNICHE DI PREVENZIONE INCENDI D.M. 3 AGOSTO 2015: SEZIONE METODI M1-2- 3 METODOLOGIE, SCENARI, SALVAGUARDIA CON PROGETTAZIONE PRESTAZIONALE 811
LE NORME TECNICHE DI PREVENZIONE INCENDI D.M. 3 AGOSTO 2015: SEZIONE APPROFONDIMENTO CASI PRATICI DI APPLICAZIONE DEL CODICE811
LE NORME TECNICHE DI PREVENZIONE INCENDI D.M. 3 AGOSTO 2015: IL NUOVO APPROCCIO ALLA PROGETTAZIONE ANTINCENDIO E LE RESPONSABILITA'
1215
 Modulo 1: Nuovo procedimento di prevenzione incendi811
 Modulo 2: La Scia in pratica811
 La prevenzione incendi nei depositi di logistica e il mantenimento nel tempo dei presidi antincendio47
 Progettazione, costruzione e la manutenzione degli impianti antincendio quale supporto alle attività del professionista per il rilascio dell’asservazione in fase di rinnovo periodico47
 L’asservazione per il rinnovo periodico dei presidi antincendio: competenze, procedure e verifiche del professionista47
 Procedure documentali ai comandi DPR 151 DM 7/8/201247
 Modulo 1: D.M. 20/12/2012 Rivelazione incendi47
 Modulo 2: D.M. 20/12/2012 Esempi di dimensionamento impianti di spegnimento a gas inerte secondo EN 15004 ed accenni sui sistemi di rivelazione secondo UNI 9795. Progettazione, installazione manutenzione.47
 Modulo 3: D.M. 20/12/2012 Impianti Sprinkler47
 Modulo 4: D.M. 20/12/2012 Reti idranti e gruppi di pompaggio47
 Modulo 5: D.M. 20/12/2012 I sistemi di spegnimento ad acqua nebulizzata: progettazione, installazione ed approvazione47
 Modulo 6: Obblighi, responsabilità civile e penale del professionista e la tutela assicurativa47
 Modulo 7: Vulnerabilità sismica impianti antincendio 47
 Modulo 8: La manutenzione degli impianti antincendio quale supporto alle attività del professionista per il rilascio dell’asservazione  in fase di rinnovo periodico47
 Modulo 9: Applicazione delle direttive ATEX2427
 Modulo 10: Il rischio di incendio ed esplosione nei luoghi di lavoro “Fire safety at work”3033
 I sistemi di controllo dell’incendio non ad acqua47
 Impianti antincendio manuali ed automatici: alimentazione idrica e locali tecnici47
 H2O-gas Nuovi sistemi di protezione attiva mista in linea con il DM 20/12/2012 (Decreto impianti)47
 Impianti di controllo e spegnimento speciali: schiuma, areosol, riduzione ossigeno811
 Reti idranti e gruppi di pompaggio47
 Reti idranti e gruppi di pompaggio811
 Modulo 9: Applicazione delle direttive ATEX811
 Modulo 10: Il rischio di incendio ed esplosione nei luoghi di lavoro “Fire safety at work”811
REGOLA TECNICA DI PREVENZIONE INCENDI D.M. 20/12/2012 - IMPIANTI DI PROTEZIONE ATTIVA CONTRO L’INCENDIO811
REGOLA TECNICA DI PREVENZIONE INCENDI D.M. 20/12/2012 - IMPIANTI DI CONTROLLO E SPEGNIMENTO AD ACQUA811
REGOLA TECNICA DI PREVENZIONE INCENDI D.M. 20/12/2012 - IMPIANTI sprinkler DI CONTROLLO E SPEGNIMENTO E VULNERABILITA' SISMICA (Baleni/Barazza)811
REGOLA TECNICA DI PREVENZIONE INCENDI D.M. 20/12/2012 - IMPIANTI DI SPEGNIMENTO NON AD ACQUA811
REGOLA TECNICA DI PREVENZIONE INCENDI D.M. 20/12/2012 - IMPIANTO DI SPEGNIMENTO A GAS, RETI IDRANTI E SPRINKLER E ALIMENTAZIONI IDRICHE 811
REGOLA TECNICA DI PREVENZIONE INCENDI D.M. 20/12/2012 - RIVELAZIONE INCENDI811
ELEMENTI PER UNA CORRETTA PROGETTAZIONE ANTISISMICA ARMONIZZATA NELL’AMBITO DELL’IMPIANTISTICA ANTINCENDIO
811
 Modulo 1: Il calcolo del carico d’incendio e la determinazione della classe degli edifici ai fini della resistenza al fuoco delle strutture811
 Modulo 2: Gli eurocodici e gli annessi nazionali47
 Modulo 3: Reazione al fuoco dei materiali47
 Protezione passiva dal fuoco delle strutture. Acciaio, cemento armato, murature, legno.47
 Le compartimentazioni degli attraversamenti. Le condotte i filtri l’estrazione forzata di fumo e calore47
 Le porte resistenti al fuoco/fumo. marcatura CE ai sensi della norma UNI EN 16034811
 La protezione passiva dal fuoco delle strutture portanti e degli attraversamenti di impianti811
 Protezione passiva dal fuoco: le compartimentazioni, gli attraversamenti, le condotte e la protezione delle strytture acciaio, cemento armato, murature, legno47
 Il calcolo del carico di incendio e le curve d’incendio47
 Eurocodici parte fuoco47
 La protezione al fuoco delle strutture in cemento armato, calcestruzzo e acciaio811
 La resistenza al fuoco delle strutture811
RESISTENZA AL FUOCO DELLE STRUTTURE811
PROGETTAZIONE DI STRUTTURE RESISTENTI AL FUOCO IN CALCESTRUZZO ARMATO 811
PROGETTAZIONE DI STRUTTURE RESISTENTI AL FUOCO IN ACCIAIO811
PROGETTAZIONE DI STRUTTURE RESISTENTI AL FUOCO IN LEGNO E MURATURE 811
PROGETTAZIONE DI STRUTTURE RESISTENTI AL FUOCO: CALCESTRUZZO ARMATO, ACCIAIO, LEGNO E MURATURE811
D.M. 19/03/2015 - AGGIORNAMENTO DELLA REGOLA TECNICA DI PREVENZIONE INCENDI DELLE STRUTTURE SANITARIE ESISTENTI811
D.M. 28/02/2014 -AGGIORNAMENTO DELLA REGOLA TECNICA DI PREVENZIONE INCENDI DELLE STRUTTURE TURISTICHE811
D.M. 16/08/2014 - AGGIORNAMENTO DELLA REGOLA TECNICA DI PREVENZIONE INCENDI DEGLI ASILI NIDO811
D.M. 22/10/2015 -AGGIORNAMENTO DELLA REGOLA TECNICA DI PREVENZIONE INCENDI DELLE METROPOLITANE811
D.M. 18/07/2014 - AGGIORNAMENTO DELLA REGOLA TECNICA DI PREVENZIONE INCENDI DEGLI INTERPORTI811
D.M. 17/07/2014 - AGGIORNAMENTO DELLA REGOLA TECNICA DI PREVENZIONE INCENDI DELLE AEREOSTAZIONI811
REGOLA TECNICA DI PREVENZIONE INCENDI DEGLI ALBERGHI (DI IMMINENTE PUBBLICAZIONE)811
REGOLA TECNICA DI PREVENZIONE INCENDI DELLE SCUOLE(DI IMMINENTE PUBBLICAZIONE)811
REGOLA TECNICA DI PREVENZIONE INCENDI DELLE ANTORIMESSE (DI IMMINENTE PUBBLICAZIONE)811
REGOLA TECNICA DI PREVENZIONE INCENDI DEGLI UFFIVI (DI IMMINENTE PUBBLICAZIONE)811
LA GESTIONE, PROGETTAZIONE E MANTENIMENTO NEL TEMPO DI IMPIANTI DI EVACUAZIONE NATURALE E FORZATA SECONDO LA UNI 9494 -1 -2 -3. SMOKE MANAGEMENT. L'APPROCCIO INGEGNERISTICO ALLA GESTIONE DEI FUMI
811
SMOKE MANAGEMENT. L'APPROCCIO INGEGNERISTICO ALLA GESTIONE DEI FUMI E L'ESODO
811
 Le nuove norme UNI 9494 parte 1 e UNI 9494 parte 2. progettazione e installazione dei sistemi di evacuazione di fumo e calore (SEFC) e manutenzione impianti nel tempo parte 3811
 Progettazione dei locali ricarica muletti e batterie di tradizione47
 La gestione della ventilazione dei fumi ai fini della sicurezza antincendio alla luce del nuovo codice di prevenzione incendi47
 La gestione dei prodotti della combustione fumo e calore e le condotte di ventilazione47
 Interazione fra impianti di spegnimento di protezione attiva e sistemi di evacuazione di fumo e calore47
CONCETTI PER LA PROGETTAZIONE DELL’ESODO D.M. 3 AGOSTO 2015811
PROTEZIONE PASSIVA DAL FUOCO DELLE STRUTTURE 811
SISTEMI DI ISOLAMENTO TERMICO ECOSOSTENIBILE IN PANNELLI DI SILICATO DI CALCIO IDRATO69
SISTEMI DI PARETI INTERNE ED ESTERNE IN CALCESTRUZZO AERATO AUTOCLAVATO PER EDIFICI NZEB69
SISTEMI DI COMPARTIMENTAZIONE AL FUOCO CON ELEMENTI IN CALCESTRUZZO CELLULARE E PROTEZIONE 69
LA PROGETTAZIONE ANTISISMICA NELL'AMBITO DELL'IMPIANTISTICA ANTINCENDIO811
TECNICHE DI INVESTIGAZIONE ANTINCENDIO RUOLO E COMPETENZE DEL “FIRE INVESTIGATOR” 811
APPROFONDIMENTO DELLE COMPETENZE NELL'AMBITO DELLA PREVENZIONE INCENDI DEL DIRETTORE LAVORI (MODULI 1)1619
APPROFONDIMENTO DELLE COMPETENZE NELL'AMBITO DELLA PREVENZIONE INCENDI DEL DIRETTORE LAVORI (MODULI 2)1619
APPROFONDIMENTO DELLE COMPETENZE NELL'AMBITO DELLA PREVENZIONE INCENDI DEL DIRETTORE LAVORI (MODULI 3)1619
SISTEMI DI EVACUAZIONE NATURALE DI FUMO E CALORE. CONTROLLO INIZIALE E MANUTENZIONE - UNI 9494-3. NOVITÀ INTRODOTTE DAL CODICE DI PREVENZIONE INCENDI D.M. 3/8/2015.811
LE NORME TECNICHE DI PREVENZIONE INCENDI D.M. 3/8/2015 SEZ.V – REGOLA TECNICA VERTICALE PER AREE A RISCHIO SPECIFICO PER ATMOSFERE ESPLOSIVE811
IL COMPORTAMENTO AL FUOCO DEI MODULI FOTOVOLTAICI - APPROFONDIMENTI811
IL FENOMENO DEGLI INCENDI DA TETTI E IL DIMENSIONAMENTO IMPIANTI FUMARI
811
LE NORME TECNICHE DI PREVENZIONE INCENDI D.M. 3/8/2015 SEZ. S8 CONTROLLO DI FUMI E CALORE E CONFRONTO CON NUOVA UNI 9494 1-2-3. LA GESTIONE PROGETTAZIONE E MANTENIMENTO NEL TEMPO DI IMPIANTI DI EVACUAZIONE NATURALE E FORZATA811
LA GESTIONE DEI FUMI DEGLI INCENDI SECONDO IL D.M. 03/08/2015. SISTEMI DI EVACUAZIONE NATURALE E FORZATA DI FUMO E CALORE47
LA PROTEZIONE PASSIVA: COMPARTIMENTAZIONI ATTRAVERSAMENTI CONDOTTE E SISTEMI A SECCO
811
LA PROTEZIONE PASSIVA: LE CHIUSURE TECNICHE811
QUADRO NORMATIVO E CERTIFICATIVO DELLA PROTEZIONE PASSIVA DAL FUOCO - D.M. 09/03/2007 e D.M. 16/02/2007
ACCIAIO, CEMENTO ARMATO, MURATURE, LEGNO
811
Protezione passiva dal fuoco . Il locale filtro fumo, gli intonaci e le vernici e le compartmentazioni811
D.M. 19/03/2015 - AGGIORNAMENTO DELLA REGOLA TECNICA DI PREVENZIONE INCENDI DELLE STRUTTURE SANITARIE ESISTENTI47
D.M. 28/02/2014 -AGGIORNAMENTO DELLA REGOLA TECNICA DI PREVENZIONE INCENDI DELLE STRUTTURE TURISTICHE47
D.M. 16/08/2014 - AGGIORNAMENTO DELLA REGOLA TECNICA DI PREVENZIONE INCENDI DEGLI ASILI NIDO47
D.M. 22/10/2015 -AGGIORNAMENTO DELLA REGOLA TECNICA DI PREVENZIONE INCENDI DELLE METROPOLITANE47
D.M. 18/07/2014 - AGGIORNAMENTO DELLA REGOLA TECNICA DI PREVENZIONE INCENDI DEGLI INTERPORTI47
D.M. 17/07/2014 - AGGIORNAMENTO DELLA REGOLA TECNICA DI PREVENZIONE INCENDI DELLE AEREOSTAZIONI47
D.M. 9/8/2016 - REGOLA TECNICA DI PREVENZIONE INCENDI ATTIVITA' RICETTIVE - TURISTICO ALBERGHIERE47
D.M. 8/6/2016 - REGOLA TECNICA DI PREVENZIONE INCENDI PER UFFICI47
REGOLA TECNICA DI PREVENZIONE INCENDI DELLE SCUOLE(DI IMMINENTE PUBBLICAZIONE)47
REGOLA TECNICA DI PREVENZIONE INCENDI DELLE ANTORIMESSE (DI IMMINENTE PUBBLICAZIONE)47
LINEE GUIDA DI PREVENZIONE INCENDI PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE - APPROFONDIMENTO E CASI PRATICI811
LE NORME TECNICHE DI PREVENZIONE INCENDI D.M. 3/8/2015 SEZ. S8 CONTROLLO DI FUMI E CALORE. ESERCITAZIONE PROGETTUALE DI CASO PRATICO. CONFRONTO CON NUOVA UNI 9494 1-2-3. PROGETTAZIONE INSTALLAZIONE COLLAUDO E ASSEVERAZIONE DI IMPIANTI DI EVACUAZIONE NATURALE E FORZATA811
LE COMPARTIMENTAZIONI, IL LOCALE FILTRO FUMO E LE ALTRE SOLUZIONI PER LA PROTEZIONE PASSIVA DAL FUOCO (GLI INTONACI E LE VERNICI)811
REGOLA TECNICA DI PREVENZIONE INCENDI D.M. 20/12/2012. IMPIANTI DI CONTROLLO E SPEGNIMENTO SPECIALI811
SISTEMI DI EVACUAZIONE NATURALE DI FUMO E CALORE. CONTROLLO INIZIALE E MANUTENZIONE. NOVITÀ INTRODOTTE DAL CODICE DI PREVENZIONE INCENDI D.M. 3/8/2015 E DALLA REVISIONE DELLA NUOVA NORMA UNI 9494.811
TECNOLOGIA DEI MATERIALI E DELLE STRUTTURE: TRATTAZIONE DEI CAPITOLI S2 RESISTENZA -S3 COMPARTIMENTAZIONE- S4 ESODO -S9 OPERATIVITA - DEL D.M. 5 AGOSTO 2011 (RTO)1215
APPLICAZIONE DELLA METODOLOGIA DI PROGETTAZIONE CON RTO ATTRAVERSO UN ESERCITAZIONE PRATICA 811
ESERCITAZIONE PRATICA DI PROGETTAZZIONE CON RTO DI UN CENTRO COMMERCIALE E RELATIVO SOPRALLUOGO E CONFRONTO  CON R T V  REGOLA TECNICA VERTICALE DI PREVENZIONE INCENDI  PER LE  ATTIVITA’ COMMERCIALI (DI PROSSIMA PUBBLICAZIONE)811
LA REGOLA TECNICA VERTICALE PER LE AUTORIMESSE D.M. 21/02/2017, CON INTRODUZIONE ALLA RTO D.M. 03/08/2015811
LA REGOLA TECNICA VERTICALE PER STRUTTURE SANITARIE D.M. 19 MARZO 2015  CON APPROFONDIMENTO E CASI PRATICI DI APPLICAZIONE811
LA PROGETTAZIONE ANTISISMICA NELL'AMBITO DELL'IMPIANTISTICA ANTINCENDIO58
FORMAZIONE SULLE ATMOSFERE ESPLOSIVE - Classificazione ATEX e protezione contro le esplosioni – casi pratici
58
CONTROLLO DI FUMO E CALORE: EVACUAZIONE NATURALE E FORZATA, SMALTIMENTO DEL FUMO IN EMERGENZA E SISTEMI A DIFFERENZA DI PRESSIONE. GUIDA ALLA PROGETTAZIONE E ALLA MANUTENZIONE CON LE NORME UNI 9494 E CON IL CAPITOLO S8 DEL DM 15 AGOSTO58
CONTROLLO DI FUMO E CALORE: EVACUAZIONE NATURALE E FORZATA, SMALTIMENTO DEL FUMO IN EMERGENZA E SISTEMI A DIFFERENZA DI PRESSIONE. GUIDA ALLA PROGETTAZIONE E ALLA MANUTENZIONE CON LE NORME UNI 9494 E CON IL CAPITOLO S8 DEL DM 15 AGOSTO811
FSE – FIRE SAFETY ENGINEERING 58
FSE – FIRE SAFETY ENGINEERING 811
LINEE GUIDA DI PREVENZIONE INCENDI PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE APPROFONDIMENTO E CASI PRATICI
58
LINEE GUIDA DI PREVENZIONE INCENDI PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE APPROFONDIMENTO E CASI PRATICI
811
IL CORRETTO USO DEI MODULI MINISTERIALI PER LA PROTEZIONE PASSIVA (CERT.REI e DICH PROD) ALLA LUCE DELLA NORMATIVA VIGENTE E DELLE MODERNE SOLUZIONI TECNOLOGICHE . 58
IL CORRETTO USO DEI MODULI MINISTERIALI PER LA PROTEZIONE PASSIVA (CERT.REI e DICH PROD) ALLA LUCE DELLA NORMATIVA VIGENTE E DELLE MODERNE SOLUZIONI TECNOLOGICHE . 811
LA SICUREZZA ANTINCENDIO DELLE FACCIATE: REAZIONE AL FUOCO DEI MATERIALI E RESISTENZA AL FUOCO DEGLI ELEMENTI COSTRUTTIVI DI FACCIATA. 58
LA SICUREZZA ANTINCENDIO DELLE FACCIATE: REAZIONE AL FUOCO DEI MATERIALI E RESISTENZA AL FUOCO DEGLI ELEMENTI COSTRUTTIVI DI FACCIATA. 811
RIQUALIFICAZIONE DEGLI EDIFICI - PROTEZIONE PASSIVA AL FUOCO: NORMATIVA VIGENTE E SOLUZIONI PER LA RESISTENZA AL FUOCO58
RIQUALIFICAZIONE DEGLI EDIFICI - PROTEZIONE PASSIVA AL FUOCO: NORMATIVA VIGENTE E SOLUZIONI PER LA RESISTENZA AL FUOCO811
APPLICAZIONE DELLA METODOLOGIA DI PROGETTAZIONE CON RTO ATTRAVERSO UN ESERCITAZIONE PRATICA 58
APPLICAZIONE DELLA METODOLOGIA DI PROGETTAZIONE CON RTO ATTRAVERSO UN ESERCITAZIONE PRATICA 811
LA PROGETTAZIONE DELLE SOLUZIONI PER LA PROTEZIONE PASSIVA DAL FUOCO: TRATTAZIONE DEI CAPITOLI S2-S3-S4-S9 DEL D.M. 3 AGOSTO 2015 (RTO) E LA CORRETTA COMPILAZIONE DEI MODELLI CERT.REI e DICH.PROD 58
LA PROGETTAZIONE DELLE SOLUZIONI PER LA PROTEZIONE PASSIVA DAL FUOCO: TRATTAZIONE DEI CAPITOLI S2-S3-S4-S9 DEL D.M. 3 AGOSTO 2015 (RTO) E LA CORRETTA COMPILAZIONE DEI MODELLI CERT.REI e DICH.PROD 811
DOCUMENTAZIONE E COMPILAZIONE DI UNA SCIA - RESPONSABILITA’ DEL PROFESSIONISTA ANTINCENDIO - RINNOVI PERIODICI - SANZIONI PER TARDIVI O OMESSI RINNOVI – LINEE GUIDA PER LE VISITE DI CONTROLLO DELLE SCIA PRESENTATE AI SENSI DEL DPR 151/11 58
DOCUMENTAZIONE E COMPILAZIONE DI UNA SCIA - RESPONSABILITA’ DEL PROFESSIONISTA ANTINCENDIO - RINNOVI PERIODICI - SANZIONI PER TARDIVI O OMESSI RINNOVI – LINEE GUIDA PER LE VISITE DI CONTROLLO DELLE SCIA PRESENTATE AI SENSI DEL DPR 151/11 811
IL FASCICOLO TECNICO: CAMPO DI APPLICAZIONE DIRETTA E CAMPO DI APPLICAZIONE ESTESA. ANALISI, INTERPRETAZIONE e compilazione DEL FASCICOLO TECNICO E RELATIVA ESTENSIONE58
IL FASCICOLO TECNICO: CAMPO DI APPLICAZIONE DIRETTA E CAMPO DI APPLICAZIONE ESTESA. ANALISI, INTERPRETAZIONE e compilazione DEL FASCICOLO TECNICO E RELATIVA ESTENSIONE811
REGOLA TECNICA DI PREVENZIONE INCENDI D.M. 20/12/2012 : Gli impiantI di rivelazione allarme e di spegnimento speciali 58
REGOLA TECNICA DI PREVENZIONE INCENDI D.M. 20/12/2012 : Gli impiantI di rivelazione allarme e di spegnimento speciali 811
TECNOLOGIA DEI MATERIALE E DELLE STRUTTURE: TRATTAZIONE DEI CAPITOLI S2 RESISTENZA, S3 COMPARTIMENTAZIONE, S4 ESODO, S9 OPERATIVITA' DEL D.M. 3/8/2015 (RTO)58
TECNOLOGIA DEI MATERIALE E DELLE STRUTTURE: TRATTAZIONE DEI CAPITOLI S2 RESISTENZA, S3 COMPARTIMENTAZIONE, S4 ESODO, S9 OPERATIVITA' DEL D.M. 3/8/2015 (RTO)811
OBBLIGHI, RESPONSABILITA’ CIVILE E PENALE DEL PROFESSIONISTA NELL’AMBITO DELL’ ASSEVERAZIONE E TUTELA ASSICURATIVA 58
OBBLIGHI, RESPONSABILITA’ CIVILE E PENALE DEL PROFESSIONISTA NELL’AMBITO DELL’ ASSEVERAZIONE E TUTELA ASSICURATIVA 811
CERTIFICAZIONE DEI MATERIALI PER LA REAZIONE AL FUOCO58
CERTIFICAZIONE DEI MATERIALI PER LA REAZIONE AL FUOCO811
R T V  REGOLA TECNICA VERTICALE DI PREVENZIONE INCENDI PER LE STRUTTURE TURISTICHE D.M. 09/08/201658
R T V  REGOLA TECNICA VERTICALE DI PREVENZIONE INCENDI PER LE STRUTTURE TURISTICHE D.M. 09/08/2016811
RTV REGOLA TECNICA VERTICALE DI PREVENZIONE INCENDI PER UFFICI D.M. 08/06/201658
RTV REGOLA TECNICA VERTICALE DI PREVENZIONE INCENDI PER UFFICI D.M. 08/06/2016811
RTV LA REGOLA TECNICA VERTICALE PER LE AUTORIMESSE D.M. 21/02/2017 58
RTV LA REGOLA TECNICA VERTICALE PER LE AUTORIMESSE D.M. 21/02/2017 811
RTV LA REGOLA TECNICA VERTICALE PER LE STRUTTURE SANITARIE D.M. 19/3/201558
RTV LA REGOLA TECNICA VERTICALE PER LE STRUTTURE SANITARIE D.M. 19/3/2015811
RTV LA REGOLA TECNICA VERTICALE PER LE ATTIVITA’ SCOLASTICHE D.M. 7/08/2017 58
RTV LA REGOLA TECNICA VERTICALE PER LE ATTIVITA’ SCOLASTICHE D.M. 7/08/2017 811
RTV LA NUOVA REGOLA TECNICA PER ATTIVITA' COMMERCIALI D.M. 23/11/201858
RTV LA NUOVA REGOLA TECNICA PER ATTIVITA' COMMERCIALI D.M. 23/11/2018811
PREVENZIONE INCENDI IL DIRETTORE LAVORI :APPROFONDIMENTO DELLE COMPETENZE DEL DIRETTORE LAVORI 58
PREVENZIONE INCENDI IL DIRETTORE LAVORI :APPROFONDIMENTO DELLE COMPETENZE DEL DIRETTORE LAVORI 811
CASI PRATICI DI ASSEVERAZIONE PER IL RINNOVO PERIODICO: RESPONSABILITÀ DEL PROFESSIONISTA ANTINCENDIO CONTROLLI IN OPERA, ANALISI CON ESEMPI DI RINNOVO E CASI PRATICI 58
CASI PRATICI DI ASSEVERAZIONE PER IL RINNOVO PERIODICO: RESPONSABILITÀ DEL PROFESSIONISTA ANTINCENDIO CONTROLLI IN OPERA, ANALISI CON ESEMPI DI RINNOVO E CASI PRATICI 811
IMPIANTI ANTINCENDIO MANUALI ED AUTOMATICI: ALIMENTAZIONE IDRICA E LOCALI TECNICI58
IMPIANTI ANTINCENDIO MANUALI ED AUTOMATICI: ALIMENTAZIONE IDRICA E LOCALI TECNICI811
STAFFAGGI SISMICI PER IMPIANTI ANTINCENDIO: DIMENSIONAMENTO DI UN SISTEMA DI SWAY BRACES SECONDO I CRITERI DI NFPA 13 ED FM 2-8, IN ACCORDO CON LA NORMATIVA ITALIANA (NTC)58
STAFFAGGI SISMICI PER IMPIANTI ANTINCENDIO: DIMENSIONAMENTO DI UN SISTEMA DI SWAY BRACES SECONDO I CRITERI DI NFPA 13 ED FM 2-8, IN ACCORDO CON LA NORMATIVA ITALIANA (NTC)811
GESTIONE DEL FUMO E CALORE CON IL CAPITOLO S.8 DELLA RTO D.M. 18/10/2019. PROGETTAZIONE CON I LIVELLI DI PRESTAZIONE II (SMALTIMENTO IN EMERGENZA) E III (EVACUAZIONE DI FUMO E CALORE). 58
GESTIONE DEL FUMO E CALORE CON IL CAPITOLO S.8 DELLA RTO D.M. 18/10/2019. PROGETTAZIONE CON I LIVELLI DI PRESTAZIONE II (SMALTIMENTO IN EMERGENZA) E III (EVACUAZIONE DI FUMO E CALORE). 811
LO STATO DELLE PORTE TAGLIAFUOCO - ABROGAZIONE DELL’OMOLOGAZIONE E MARCATURA CE 58
LO STATO DELLE PORTE TAGLIAFUOCO 58
REGOLA TECNICA DI PREVENZIONE INCENDI D.M. 20/12/2012 : Gli impianti di rivelazione allarme e di spegnimento speciali.58
REGOLA TECNICA DI PREVENZIONE INCENDI D.M. 20/12/2012 : Gli impianti di rivelazione allarme e di spegnimento speciali.811
LA REVISIONE DEL CODICE DI PREVENZIONE INCENDI – D.M. 18/10/2019: NOVITA’ E PRINCIPALI DIFFERENZE RISPETTO AL D.M. 03/08/2015. ESEMPI PROGETTUALI58
LA REVISIONE DEL CODICE DI PREVENZIONE INCENDI – D.M. 18/10/2019: NOVITA’ E PRINCIPALI DIFFERENZE RISPETTO AL D.M. 03/08/2015. ESEMPI PROGETTUALI811
AGGIORNAMENTO AMMINISTRATORI CONDOMINIALI58
RTO D.M. 3/08/2015 – D.M. 18/10/2019 – S5 SGSA SISTEMA INTEGRATO DI SICUREZZA58
RTO D.M. 3/08/2015 – D.M. 18/10/2019 – S5 SGSA SISTEMA INTEGRATO DI SICUREZZA811
IL D.M. 12/04/2019 E L'ELIMINAZIONE PARZIALE DEL "DOPPIO BINARIO NORMATIVO". LA PROGETTAZIONE ANTINCENDIO NEL CASO DI ATTIVITA’ SOGGETTE "NON NORMATE" CON L’UTILIZZO DEL CODICE P.I. (D.M. 03/08/2015): ESEMPI PROGETTUALI
58
IL D.M. 12/04/2019 E L'ELIMINAZIONE PARZIALE DEL "DOPPIO BINARIO NORMATIVO".
LA PROGETTAZIONE ANTINCENDIO NEL CASO DI ATTIVITA’ SOGGETTE "NON NORMATE" CON L’UTILIZZO DEL CODICE P.I. (D.M. 03/08/2015): ESEMPI PROGETTUALI
811
RTV V8 LA NUOVA REGOLA TECNICA PER ATTIVITÀ COMMERCIALI D.M. 23/11/2018 58
RTV V8 LA NUOVA REGOLA TECNICA PER ATTIVITÀ COMMERCIALI D.M. 23/11/2018 811
LINEE GUIDA DI PREVENZIONE INCENDI PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE
APPROFONDIMENTO E CASI PRATICI
58
LINEE GUIDA DI PREVENZIONE INCENDI PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE
APPROFONDIMENTO E CASI PRATICI
811
PROGETTO ESECUTIVO IN DEROGA PER ATTIVITA’ COMMERCIALE SECONDO D.M. 27/07/2010 – RTV V8 ATTIVITA’ COMMERCIALI
ESPOSIZIONE CASO PRATICO DI PROGETTAZIONE ESECUTIVA E SOPRALLUOGO
811
RTO - STRATEGIA S7 Sistemi fissi automatici di rivelazione e evacuazione sonora (IRAI)811
RTO - STRATEGIA S7 Sistemi fissi automatici di rivelazione e evacuazione sonora (IRAI)58
Convegni autorizzati 2020OreCrediti
ATTIVITA' A RISCHIO RILEVANTE - LA NUOVA SEVESO III:  DECRETO LEGISLATIVO 26 GIUGNO 2015  N. 105 86
IL RISCHIO ELETTRICO E L’INCENDIO: CONNESSIONI E RESPONSABILITA’86
 Modulo 1: Nuovo procedimento di prevenzione incendi86
 Modulo 2: La Scia in pratica86
 Modulo 1: D.M. 20/12/2012 Rivelazione incendi44
 Modulo 2: D.M. 20/12/2012 Esempi di dimensionamento impianti di spegnimento a gas inerte secondo EN 15004 ed accenni sui sistemi di rivelazione secondo UNI 9795. Progettazione, installazione manutenzione.44
 Modulo 3: D.M. 20/12/2012 Impianti Sprinkler44
 Modulo 4: D.M. 20/12/2012 Reti idranti e gruppi di pompaggio44
 Modulo 5: D.M. 20/12/2012 I sistemi di spegnimento ad acqua nebulizzata: progettazione, installazione ed approvazione44
 Modulo 6: Obblighi, responsabilità civile e penale del professionista e la tutela assicurativa44
 Modulo 7: Vulnerabilità sismica impianti antincendio 44
 Modulo 8: La manutenzione degli impianti antincendio quale supporto alle attività del professionista per il rilascio dell’asservazione  in fase di rinnovo periodico44
REGOLA TECNICA DI PREVENZIONE INCENDI D.M. 20/12/2012 - IMPIANTI DI SPEGNIMENTO AD ACQUA NEBULIZZATA44
REGOLA TECNICA DI PREVENZIONE INCENDI D.M. 20/12/2012 - ESEMPI DI DIMENSIONAMENTO IMPIANTI DI SPEGNIMENTO A GAS INERTE SECONDO EN 15004 ED ACCENNI SUI SISTEMI DI RIVELAZIONE SECONDO UNI 9795. PROGETTAZIONE, INSTALLAZIONE MANUTENZIONE.44
PROGETTAZIONE ANTISISMICA NELL’AMBITO DELL’IMPIANTISTICA ANTINCENDIO

44
REGOLA TECNICA DI PREVENZIONE INCENDI D.M. 20/12/2012: RETI IDRANTI E GRUPPI DI POMPAGGIO44
REGOLA TECNICA DI PREVENZIONE INCENDI D.M. 20/12/2012: IMPIANTI SPRINKLEER44
REGOLA TECNICA DI PREVENZIONE INCENDI D.M. 20/12/2012 - IMPIANTI sprinkler DI CONTROLLO E SPEGNIMENTO E VULNERABILITA' SISMICA44
 Modulo 1: Il calcolo del carico d’incendio e la determinazione della classe degli edifici ai fini della resistenza al fuoco delle strutture86
 Modulo 2: Gli eurocodici e gli annessi nazionali44
 Modulo 3: Reazione al fuoco dei materiali44
RESISTENZA AL FUOCO DELLE STRUTTURE44
PROGETTAZIONE DI STRUTTURE RESISTENTI AL FUOCO IN CALCESTRUZZO ARMATO 44
PROGETTAZIONE DI STRUTTURE RESISTENTI AL FUOCO IN ACCIAIO44
PROGETTAZIONE DI STRUTTURE RESISTENTI AL FUOCO IN LEGNO 44
PROGETTAZIONE DI STRUTTURE RESISTENTI AL FUOCO IN MURATURE 44
PROGETTAZIONE DI STRUTTURE RESISTENTI AL FUOCO: CALCESTRUZZO ARMATO E LEGNO44
D.M. 19/03/2015 - AGGIORNAMENTO DELLA REGOLA TECNICA DI PREVENZIONE INCENDI DELLE STRUTTURE SANITARIE ESISTENTI86
D.M. 28/02/2014 -AGGIORNAMENTO DELLA REGOLA TECNICA DI PREVENZIONE INCENDI DELLE STRUTTURE TURISTICHE86
D.M. 16/08/2014 - AGGIORNAMENTO DELLA REGOLA TECNICA DI PREVENZIONE INCENDI DEGLI ASILI NIDO86
D.M. 22/10/2015 -AGGIORNAMENTO DELLA REGOLA TECNICA DI PREVENZIONE INCENDI DELLE METROPOLITANE86
D.M. 18/07/2014 - AGGIORNAMENTO DELLA REGOLA TECNICA DI PREVENZIONE INCENDI DEGLI INTERPORTI86
D.M. 17/07/2014 - AGGIORNAMENTO DELLA REGOLA TECNICA DI PREVENZIONE INCENDI DELLE AEREOSTAZIONI86
REGOLA TECNICA DI PREVENZIONE INCENDI DEGLI ALBERGHI (DI IMMINENTE PUBBLICAZIONE)86
REGOLA TECNICA DI PREVENZIONE INCENDI DELLE SCUOLE(DI IMMINENTE PUBBLICAZIONE)86
REGOLA TECNICA DI PREVENZIONE INCENDI DELLE ANTORIMESSE (DI IMMINENTE PUBBLICAZIONE)86
REGOLA TECNICA DI PREVENZIONE INCENDI DEGLI UFFIVI (DI IMMINENTE PUBBLICAZIONE)86
LA GESTIONE, PROGETTAZIONE E MANTENIMENTO NEL TEMPO DI IMPIANTI DI EVACUAZIONE NATURALE E FORZATA SECONDO LA UNI 9494 -1 -2 -3. SMOKE MANAGEMENT. L'APPROCCIO INGEGNERISTICO ALLA GESTIONE DEI FUMI
86
SMOKE MANAGEMENT. L'APPROCCIO INGEGNERISTICO ALLA GESTIONE DEI FUMI E L'ESODO
55
 Modulo 1: Sistemi di evacuazione naturale di fumo e calore44
 Modulo 2: Sistemi di evacuazione forzata di fumo e calore44
 Modulo 3: Interazione fra impianti di spegnimento e sprinkler e sistemi di evacuazione forzata di fumo e calore44
SISTEMI DI ISOLAMENTO TERMICO ECOSOSTENIBILE IN PANNELLI DI SILICATO DI CALCIO IDRATO66
SISTEMI DI PARETI INTERNE ED ESTERNE IN CALCESTRUZZO AERATO AUTOCLAVATO PER EDIFICI NZEB66
SISTEMI DI COMPARTIMENTAZIONE AL FUOCO CON ELEMENTI IN CALCESTRUZZO CELLULARE E PROTEZIONE 66
APPROFONDIMENTO DELLE COMPETENZE DEL DIRETTORE LAVORI (MODULI 1)1612
APPROFONDIMENTO DELLE COMPETENZE DEL DIRETTORE LAVORI (MODULI 2)1612
APPROFONDIMENTO DELLE COMPETENZE DEL DIRETTORE LAVORI (MODULI 3)1612
IL COMPORTAMENTO AL FUOCO DEI MODULI FOTOVOLTAICI 44
LA PROGETTAZIONE ANTISISMICA NELL'AMBITO DELL'IMPIANTISTICA ANTINCENDIO86
LA PROGETTAZIONE ANTISISMICA NELL'AMBITO DELL'IMPIANTISTICA ANTINCENDIO44
PROTEZIONE PASSIVA DAL FUOCO: COMPARTIMENTAZIONI ATTRAVERSAMENTI CONDOTTE
44
LA PROTEZIONE PASSIVA: COMPARTIMENTAZIONI ATTRAVERSAMENTI CONDOTTE E SISTEMI A SECCO
86
LA PROTEZIONE PASSIVA: LE CHIUSURE TECNICHE86
QUADRO NORMATIVO E CERTIFICATIVO DELLA PROTEZIONE PASSIVA DAL FUOCO - D.M. 09/03/2007 e D.M. 16/02/2007
86
Protezione passiva dal fuoco . Il locale filtro fumo, gli intonaci e le vernici e le compartmentazioni86
PROTEZIONE PASSIVA DAL FUOCO. IL LOCALE FILTRO FUMO, GLI INTONACI E LE VERNICI44
Protezione passiva dal fuoco . Il locale filtro fumo e le compartimentazioni44
PROTEZIONE PASSIVA DAL FUOCO DELLE STRUTTURE 86
D.M. 19/03/2015 - AGGIORNAMENTO DELLA REGOLA TECNICA DI PREVENZIONE INCENDI DELLE STRUTTURE SANITARIE ESISTENTI44
D.M. 28/02/2014 -AGGIORNAMENTO DELLA REGOLA TECNICA DI PREVENZIONE INCENDI DELLE STRUTTURE TURISTICHE44
D.M. 16/08/2014 - AGGIORNAMENTO DELLA REGOLA TECNICA DI PREVENZIONE INCENDI DEGLI ASILI NIDO44
D.M. 22/10/2015 -AGGIORNAMENTO DELLA REGOLA TECNICA DI PREVENZIONE INCENDI DELLE METROPOLITANE44
D.M. 18/07/2014 - AGGIORNAMENTO DELLA REGOLA TECNICA DI PREVENZIONE INCENDI DEGLI INTERPORTI44
D.M. 17/07/2014 - AGGIORNAMENTO DELLA REGOLA TECNICA DI PREVENZIONE INCENDI DELLE AEREOSTAZIONI44
D.M. 9/08/2016 - AGGIORNAMENTO DELLA REGOLA TECNICA DI PREVENZIONE PER ATTIVITÀ RICETTIVE, TURISTICO-ALBERGHIERE44
REGOLA TECNICA DI PREVENZIONE INCENDI DELLE SCUOLE(DI IMMINENTE PUBBLICAZIONE)44
REGOLA TECNICA DI PREVENZIONE INCENDI DELLE ANTORIMESSE (DI IMMINENTE PUBBLICAZIONE)44
D.M. 8/06/2016 - AGGIORNAMENTO DELLA REGOLA TECNICA DI PREVENZIONE UFFICI44
LINEE GUIDA DI PREVENZIONE INCENDI PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE - APPROFONDIMENTO E CASI PRATICI86
TECNICHE DI INVESTIGAZIONE ANTINCENDIO RUOLO E COMPETENZE DEL “FIRE INVESTIGATOR” 86
CONCETTI PER LA PROGETTAZIONE DELL’ESODO D.M. 3 AGOSTO 201586
SISTEMI DI EVACUAZIONE NATURALE DI FUMO E CALORE, CONTROLLO INIZIALE E MANUTENZIONE. NOVITÀ INTRODOTTE DAL CODICE DI PREVENZIONE INCENDI D.M. 3/8/2015 E DALLA REVISIONE DELLA NUOVA NORMA UNI 949444
LE NORME TECNICHE DI PREVENZIONE INCENDI D.M. 3/8/2015 SEZ. S8 CONTROLLO DI FUMI E CALORE E CONFRONTO CON NUOVA UNI 9494 1-2-3. LA GESTIONE PROGETTAZIONE E MANTENIMENTO NEL TEMPO DI IMPIANTI DI EVACUAZIONE NATURALE E FORZATA86
LA GESTIONE DEI FUMI DEGLI INCENDI SECONDO IL D.M. 03/08/2015. SISTEMI DI EVACUAZIONE NATURALE E FORZATA DI FUMO E CALORE44
LE NORME TECNICHE DI PREVENZIONE INCENDI D.M. 3/8/2015 SEZ.V – REGOLA TECNICA VERTICALE PER AREE A RISCHIO SPECIFICO PER ATMOSFERE ESPLOSIVE86
IL COMPORTAMENTO AL FUOCO DEI MODULI FOTOVOLTAICI - APPROFONDIMENTI86
IL FENOMENO DEGLI INCENDI DA TETTI E IL DIMENSIONAMENTO IMPIANTI FUMARI
86
 Impianti antincendio manuali ed automatici: alimentazione idrica e locali tecnici44
LE NORME TECNICHE DI PREVENZIONE INCENDI D.M. 3/8/2015 SEZ. S8 CONTROLLO DI FUMI E CALORE. ESERCITAZIONE PROGETTUALE DI CASO PRATICO. CONFRONTO CON NUOVA UNI 9494 1-2-3. PROGETTAZIONE INSTALLAZIONE COLLAUDO E ASSEVERAZIONE DI IMPIANTI DI EVACUAZIONE NATURALE E FORZATA86
LE COMPARTIMENTAZIONI, IL LOCALE FILTRO FUMO E LE ALTRE SOLUZIONI PER LA PROTEZIONE PASSIVA DAL FUOCO (GLI INTONACI E LE VERNICI)86
REGOLA TECNICA DI PREVENZIONE INCENDI D.M. 20/12/2012. IMPIANTI DI CONTROLLO E SPEGNIMENTO SPECIALI86
SISTEMI DI EVACUAZIONE NATURALE DI FUMO E CALORE. CONTROLLO INIZIALE E MANUTENZIONE. NOVITÀ INTRODOTTE DAL CODICE DI PREVENZIONE INCENDI D.M. 3/8/2015 E DALLA REVISIONE DELLA NUOVA NORMA UNI 9494.86
TECNOLOGIA DEI MATERIALI E DELLE STRUTTURE: TRATTAZIONE DEI CAPITOLI S2 RESISTENZA -S3 COMPARTIMENTAZIONE- S4 ESODO -S9 OPERATIVITA - DEL D.M. 5 AGOSTO 2011 (RTO)1212
APPLICAZIONE DELLA METODOLOGIA DI PROGETTAZIONE CON RTO ATTRAVERSO UN ESERCITAZIONE PRATICA 86
ESERCITAZIONE PRATICA DI PROGETTAZZIONE CON RTO DI UN CENTRO COMMERCIALE E RELATIVO SOPRALLUOGO E CONFRONTO  CON R T V  REGOLA TECNICA VERTICALE DI PREVENZIONE INCENDI  PER LE  ATTIVITA’ COMMERCIALI (DI PROSSIMA PUBBLICAZIONE)86

 

 Corsi autorizzati 2019  Ore  Crediti
 Direttore dei lavori antincendio-corso di specializzazione 48 51
Attività a rischio rilevante  La nuova Seveso III: D.Lgs 26/06/2015 n. 105 8 11
Il rischio elettrico e l’incendio: connessioni e responsabilità 8 11
Norme tecniche: il nuovo approccio alla progettazione antincendio: termini, definizioni,generalità, metodi e strategie 8 11
Le norme tecniche di prevenzione incendi D.M. 3/08/2015. Sezione S1-3 strategie di reazione, resistenza al fuoco e compartimentazione 8 11
Le norme tecniche di prevenzione incendi D.M. 3/08/2015. Sezione S 6-8 gestione della sicurezza, controllo, rivelazione e gestione dei fumi  8 11
Le norme tecniche di prevenzione incendi D.M. 3/08/2015. Sezione S4 esodo gestione emergenze disabilitàinclusione e wayfinding 8 11
Le norme tecniche di prevenzione incendi D.M. 3/08/2015. Sezione metodi M1-2-3 metodologie scenari salvaguardia con progettazione prestazionale 8 11
Le norme tecniche di prevenzione incendi D.M. 3/08/2015. Sezione approfondimento casi pratici di applicazione del codice 8 11
Le norme tecniche di prevenzione incendi D.M. 3/08/2015. il nuovo approccio alla progettazione antincendio e le responsabilità 12 15
Modulo 1 nuovo procedimento di prevenzione incendi 8 11
Modulo 2 la scia in pratica 8 11
La prevenzione incendi nei depositi di logistica e il mantenimento nel tempo dei presidi antincendio 4 7
 Progettazione, costruzione e la manutenzione degli impianti antincendio quale supporto alle attività del professionista per il rilascio dell’asservazione in fase di rinnovo periodico 4 7
 L’asservazione per il rinnovo periodico dei presidi antincendio: competenze, procedure e verifiche del professionista 4 7
Procedure documentali ai comandi DPR 151 DM 7/8/2012 4 7
Modulo 1: D.M. 20/12/2012 Rivelazione incendi 4 7
 Modulo 2: D.M. 20/12/2012 Esempi di dimensionamento impianti di spegnimento a gas inerte secondo EN 15004 ed accenni sui sistemi di rivelazione secondo UNI 9795. Progettazione, installazione manutenzione. 4 7
 Modulo 3: D.M. 20/12/2012 Impianti Sprinkler 4 7
Modulo 4: D.M. 20/12/2012 Reti idranti e gruppi di pompaggio 4 7
 Modulo 5: D.M. 20/12/2012 I sistemi di spegnimento ad acqua nebulizzata: progettazione, installazione ed approvazione 4 7
 Modulo 6: Obblighi, responsabilità civile e penale del professionista e la tutela assicurativa 4 7
Modulo 7: Vulnerabilità sismica impianti antincendio 4 7
 Modulo 8: La manutenzione degli impianti antincendio quale supporto alle attività del professionista per il rilascio dell’asservazione  in fase di rinnovo periodico 4 7
 Modulo 9: Applicazione delle direttive ATEX 24 27
 Modulo 10: Il rischio di incendio ed esplosione nei luoghi di lavoro “Fire safety at work” 30 33
 I sistemi di controllo dell’incendio non ad acqua 4 7
 Impianti antincendio manuali ed automatici: alimentazione idrica e locali tecnici 4 7
 H2O-gas Nuovi sistemi di protezione attiva mista in linea con il DM 20/12/2012 (Decreto impianti) 4 7
 Impianti di controllo e spegnimento speciali: schiuma, areosol, riduzione ossigeno 8 11
 Reti idranti e gruppi di pompaggio 4 7
 Reti idranti e gruppi di pompaggio 8 11
 Modulo 9: Applicazione delle direttive ATEX 8 11
Modulo 10: Il rischio di incendio ed esplosione nei luoghi di lavoro “Fire safety at work” 8 11
Regola tecnica di prevenzione incendi D.M. 20/12/2012 Impianti di protezione attiva contro l’incendio 8 11
Regola tecnica di prevenzione incendi D.M. 20/12/2012 Impianti di controllo e spegnimento ad acqua 8 11
Regola tecnica di prevenzione incendi D.M. 20/12/2012 Impianti sprinkler di controllo e spegnimento e vulnerabilità sismica 8 11
Regola tecnica di prevenzione incendi D.M. 20/12/2012 Impianti di spegnimento non ad acqua 8 11
Regola tecnica di prevenzione incendi D.M. 20/12/2012 Impianto di spegnimento a gas, reti idranti e sprinkler e alimentazioni idriche 8 11
Regola tecnica di prevenzione incendi D.M. 20/12/2012 Rivelazioni incendi 8 11
Elementi per una corretta progettazione antisismica armonizzata nell’ambito dell’impiantistica 8 11
 Modulo 1: Il calcolo del carico d’incendio e la determinazione della classe degli edifici ai fini della resistenza al fuoco delle strutture 8 11
Modulo 2: Gli eurocodici e gli annessi nazionali 4 7
Modulo 3: Reazione al fuoco dei materiali 4 7
 Protezione passiva dal fuoco delle strutture. Acciaio, cemento armato, murature, legno. 4 7
 Le compartimentazioni degli attraversamenti. Le condotte i filtri l’estrazione forzata di fumo e calore 4 7
 Le porte resistenti al fuoco/fumo. marcatura CE ai sensi della norma UNI EN 16034 8 11
 La protezione passiva dal fuoco delle strutture portanti e degli attraversamenti di impianti 8 11
 Protezione passiva dal fuoco: le compartimentazioni, gli attraversamenti, le condotte e la protezione delle strytture acciaio, cemento armato, murature, legno 4 7
 Il calcolo del carico di incendio e le curve d’incendio 4 7
 Eurocodici parte fuoco 4 7
 La protezione al fuoco delle strutture in cemento armato, calcestruzzo e acciaio 8 11
 La resistenza al fuoco delle strutture 8 11
Progettazione di strutture resistenti al fuoco in calcestruzzo armato 8 11
Progettazione di strutture resistenti al fuoco in acciaio 8 11
Progettazione di strutture resistenti al fuoco in legno e murature 8 11
Progettazione di strutture resistenti al fuoco: calcestruzzo armato, acciaio, legno e murature 8 11
D.M. 19/03/2015 Aggiornamento  della regola tecnica di prevenzione incendi delle strutture sanitarie  esistenti 8 11
D.M. 28/02/2014 Aggiornamento  della regola tecnica di prevenzione incendi delle strutture turistiche 8 11
D.M. 16/08/2014 Aggiornamento  della regola tecnica di prevenzione incendi degli asili nido 8 11
D.M. 22/10/2015 Aggiornamento  della regola tecnica di prevenzione incendi delle metropolitane 8 11
D.M. 18/07/2014 Aggiornamento  della regola tecnica di prevenzione incendi degli interporti 8 11
D.M. 17/07/2014 Aggiornamento  della regola tecnica di prevenzione incendi delle aerostazioni 8 11
Regola tecnica di prevenzione incendi degli alberghi 8 11
Regola tecnica di prevenzione incendi delle scuole 8 11
Regola tecnica di prevenzione incendi delle autorimesse 8 11
Regola tecnica di prevenzione incendi degli uffici 8 11
La gestione, progettazione e mantenimento nel tempo di impianti di evacuazione naturale e forzata secondo la uni 9494 -1 -2 -3. smoke management. l’approccio ingegneristico alla gestione dei fumi 8 11
Smoke management. l’approccio ingegneristico alla gestione dei fumi e l’esodo 8 11
Le nuove norme UNI 9494 parte 1 e UNI 9494 parte 2. progettazione e installazione dei sistemi di evacuazione di fumo e calore (SEFC) e manutenzione impianti nel tempo parte 3 8 11
 Progettazione dei locali ricarica muletti e batterie di tradizione 4 7
 La gestione della ventilazione dei fumi ai fini della sicurezza antincendio alla luce del nuovo codice di prevenzione incendi 4 7
 La gestione dei prodotti della combustione fumo e calore e le condotte di ventilazione 4 7
 Interazione fra impianti di spegnimento di protezione attiva e sistemi di evacuazione di fumo e calore 4 7
Concetti per la progettazione dell’esodo d.m. 3 agosto 2015 8 11
Protezione passiva dal fuoco delle strutture 8 11
Sistemi di isolamento termico  ecosostenibile in pannelli di silicato  di calcio idrato 6 9
Sistemi di pareti interne  ed esterne in calcestruzzo  aerato autoclavato per edifici nzeb 6 9
Sistemi di compartimentazione al fuoco con elementi in calcestruzzo cellulare e protezione 6 9
La progettazione antisismica nell’ambito dell’impiantistica antincendio 8 11
Tecniche di investigazione antincendio ruolo e competenze  del fire investigator 8 11
Approfondimento delle competenze nell’ambito della prevenzione incendi del direttore lavori moduli 1 16 19
Approfondimento delle competenze nell’ambito della prevenzione incendi del direttore lavori moduli 2 16 19
Approfondimento delle competenze nell’ambito della prevenzione incendi del direttore lavori moduli 3 16 19
Sistemi di evacuazione naturale di fumo e calore.Controllo iniziale e manutenzione  UNI 9494-3 Novità introdotte dal codice di prevenzione incendi dm 3/8/2015 8 11
Le norme tecniche di prevenzione incendi dm 3/8/2015 sez.V regola tecnica  verticale per aree a rischio specifico per atmosfere esplosive 8 11
Il comportamento al fuoco dei moduli fotovoltaici approfondimenti 8 11
Il fenomeno degli incendi da tetti e il dimensionamento impianti fumari 8 11
Le norme tecniche di prevenzione incendi  dm 3/8/2015 sez. S8 controllo di fumi e calore e confronto con una nuova UNI 9494 1-2-3. La gestione progettazione e mantenimento nel tempo di impianti di evacuazione naturale e forzata 8 11
La gestione dei fumi degli  incendi secondo il dm 03/08/2015 sistemi di evacuazione naturale e forzata di fumo e calore 4 7
La protezione passiva: compartimentazioni attraversamenti condotte e sistemi a secco 8 11
La protezione passiva: le chiusure tecniche 8 11
Quadro normativo  e certificativo della protezione passiva dal fuoco dm 9/3/2007e dm 16/22007 8 11
Protezione passiva dal fuoco . Il locale filtro fumo, gli intonaci e le vernici e le compartimentazioni 8 11
D.M. 19/03/2015 Aggiornamento  della regola tecnica di prevenzione incendi delle strutture sanitarie  esistenti 4 7
D.M. 28/02/2014 Aggiornamento  della regola tecnica di prevenzione incendi delle strutture turistiche 4 7
D.M. 16/08/2014 Aggiornamento  della regola tecnica di prevenzione incendi degli asili nido 4 7
D.M. 22/10/2015 Aggiornamento  della regola tecnica di prevenzione incendi delle metropolitane 4 7
D.M. 18/07/2014 Aggiornamento  della regola tecnica di prevenzione incendi degli interporti 4 7
D.M. 17/07/2014 Aggiornamento  della regola tecnica di prevenzione incendi delle aerostazioni 4 7
DM 9/8/2016 regola tecnica di prevenzione incendi delle attività ricettive turistico alberghiere 4 7
DM 8/6/2016 regola tecnica di prevenzione incendi per uffici 4 7
Regola tecnica di prevenzione incendi delle scuole 4 7
Regola tecnica di prevenzione incendi delle autorimesse 4 7
Linee guida  di prevenzione incendi per manifestazioni temporanee  approfondimento e caso pratico 8 11
Le compartimentazioni, il locale filtro fumo e le altre soluzioni per la protezione passiva dal fuoco (gli intonaci e le vernici) 8 11
Regola tecnica di prevenzione incendi D.M. 20/12/2012. Impianti di controllo e spegnimento speciali 8 11
SISTEMI DI EVACUAZIONE NATURALE DI FUMO E CALORE. CONTROLLO INIZIALE E MANUTENZIONE. NOVITÀ INTRODOTTE DAL CODICE DI PREVENZIONE INCENDI D.M. 3/8/2015 E DALLA REVISIONE DELLA NUOVA NORMA UNI 9494. 8 11
TECNOLOGIA DEI MATERIALI E DELLE STRUTTURE: TRATTAZIONE DEI CAPITOLI S2 RESISTENZA -S3 COMPARTIMENTAZIONE- S4 ESODO -S9 OPERATIVITA – DEL D.M. 5 AGOSTO 2011 (RTO) 12 15
APPLICAZIONE DELLA METODOLOGIA DI PROGETTAZIONE CON RTO ATTRAVERSO UN ESERCITAZIONE PRATICA  8 11
ESERCITAZIONE PRATICA DI PROGETTAZZIONE CON RTO DI UN CENTRO COMMERCIALE E RELATIVO SOPRALLUOGO E CONFRONTO  CON R T V  REGOLA TECNICA VERTICALE DI PREVENZIONE INCENDI  PER LE  ATTIVITA’ COMMERCIALI 8 11
LA REGOLA TECNICA VERTICALE PER LE AUTORIMESSE D.M. 21/02/2017, CON INTRODUZIONE ALLA RTO D.M. 03/08/2015 8 11
LA REGOLA TECNICA VERTICALE PER STRUTTURE SANITARIE D.M. 19 MARZO 2015  CON APPROFONDIMENTO E CASI PRATICI DI APPLICAZIONE 8 11
LA PROGETTAZIONE ANTISISMICA NELL’AMBITO DELL’IMPIANTISTICA ANTINCENDIO 5 8
FORMAZIONE SULLE ATMOSFERE ESPLOSIVE – Classificazione ATEX e protezione contro le esplosioni – casi pratici 5 8
CONTROLLO DI FUMO E CALORE: EVACUAZIONE NATURALE E FORZATA, SMALTIMENTO DEL FUMO IN EMERGENZA E SISTEMI A DIFFERENZA DI PRESSIONE. GUIDA ALLA PROGETTAZIONE E ALLA MANUTENZIONE CON LE NORME UNI 9494 E CON IL CAPITOLO S8 DEL DM 15 AGOSTO 5-8 8-11
FSE – FIRE SAFETY ENGINEERING 5-8 8
LINEE GUIDA DI PREVENZIONE INCENDI PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE APPROFONDIMENTO E CASI PRATICI 5-8 8-11
IL CORRETTO USO DEI MODULI MINISTERIALI PER LA PROTEZIONE PASSIVA (CERT.REI e DICH PROD) ALLA LUCE DELLA NORMATIVA VIGENTE E DELLE MODERNE SOLUZIONI TECNOLOGICHE 5-8 8-11
LA SICUREZZA ANTINCENDIO DELLE FACCIATE: REAZIONE AL FUOCO DEI MATERIALI E RESISTENZA AL FUOCO DEGLI ELEMENTI COSTRUTTIVI DI FACCIATA 5-8 8-11
RIQUALIFICAZIONE DEGLI EDIFICI – PROTEZIONE PASSIVA AL FUOCO: NORMATIVA VIGENTE E SOLUZIONI PER LA RESISTENZA AL FUOCO 5-8 8-11
APPLICAZIONE DELLA METODOLOGIA DI PROGETTAZIONE CON RTO ATTRAVERSO UN ESERCITAZIONE PRATICA 5-8 8-11
LA PROGETTAZIONE DELLE SOLUZIONI PER LA PROTEZIONE PASSIVA DAL FUOCO: TRATTAZIONE DEI CAPITOLI S2-S3-S4-S9 DEL D.M. 3 AGOSTO 2015 (RTO) E LA CORRETTA COMPILAZIONE DEI MODELLI CERT.REI e DICH.PROD 5-8 8-11
DOCUMENTAZIONE E COMPILAZIONE DI UNA SCIA – RESPONSABILITA’ DEL PROFESSIONISTA ANTINCENDIO – RINNOVI PERIODICI – SANZIONI PER TARDIVI O OMESSI RINNOVI – LINEE GUIDA PER LE VISITE DI CONTROLLO DELLE SCIA PRESENTATE AI SENSI DEL DPR 151/11 5-8 8-11
IL FASCICOLO TECNICO: CAMPO DI APPLICAZIONE DIRETTA E CAMPO DI APPLICAZIONE ESTESA. ANALISI, INTERPRETAZIONE e compilazione DEL FASCICOLO TECNICO E RELATIVA ESTENSIONE 5-8 8-11
REGOLA TECNICA DI PREVENZIONE INCENDI D.M. 20/12/2012 : Gli impiantI di rivelazione allarme e di spegnimento speciali 5-8 8-11
TECNOLOGIA DEI MATERIALE E DELLE STRUTTURE: TRATTAZIONE DEI CAPITOLI S2 RESISTENZA, S3 COMPARTIMENTAZIONE, S4 ESODO, S9 OPERATIVITA’ DEL D.M. 3/8/2015 (RTO) 5-8 8-11
OBBLIGHI, RESPONSABILITA’ CIVILE E PENALE DEL PROFESSIONISTA NELL’AMBITO DELL’ ASSEVERAZIONE E TUTELA ASSICURATIVA 5-8 8-11
CERTIFICAZIONE DEI MATERIALI PER LA REAZIONE AL FUOCO 5-8 8-11
R T V  REGOLA TECNICA VERTICALE DI PREVENZIONE INCENDI PER LE STRUTTURE TURISTICHE D.M. 09/08/2016 5-8 8-11
RTV REGOLA TECNICA VERTICALE DI PREVENZIONE INCENDI PER UFFICI D.M. 08/06/2016 5-8 8-11
RTV LA REGOLA TECNICA VERTICALE PER LE AUTORIMESSE D.M. 21/02/2017 5-8 8-11
RTV LA REGOLA TECNICA VERTICALE PER LE STRUTTURE SANITARIE D.M. 19/3/2015 5-8 8-11
RTV LA REGOLA TECNICA VERTICALE PER LE ATTIVITA’ SCOLASTICHE D.M. 7/08/2017 5-8 8-11
RTV LA NUOVA REGOLA TECNICA PER ATTIVITA’ COMMERCIALI D.M. 23/11/2018 5-8 8-11
PREVENZIONE INCENDI IL DIRETTORE LAVORI :APPROFONDIMENTO DELLE COMPETENZE DEL DIRETTORE LAVORI 5-8 8-11
CASI PRATICI DI ASSEVERAZIONE PER IL RINNOVO PERIODICO: RESPONSABILITÀ DEL PROFESSIONISTA ANTINCENDIO CONTROLLI IN OPERA, ANALISI CON ESEMPI DI RINNOVO E CASI PRATICI 5-8 8-11
IMPIANTI ANTINCENDIO MANUALI ED AUTOMATICI: ALIMENTAZIONE IDRICA E LOCALI TECNICI 5-8 8-11
STAFFAGGI SISMICI PER IMPIANTI ANTINCENDIO: DIMENSIONAMENTO DI UN SISTEMA DI SWAY BRACES SECONDO I CRITERI DI NFPA 13 ED FM 2-8, IN ACCORDO CON LA NORMATIVA ITALIANA (NTC) 5-8 8-11
Seminari autorizzati 2019 Ore Crediti
Attività a rischio rilevante La nuova Seveso III: D.Lgs.26/6/2015 n. 105 8 6
Il rischio elettrico e l’incendio: connessioni e responsabilità 8 6
Modulo 1: Nuovo procedimento di prevenzione incendi 8 6
Modulo 2: La Scia in pratica 8 6
Modulo 1: D.M. 20/12/2012 Rivelazione incendi 4 4
Modulo 2: D.M. 20/12/2012 Esempi di dimensionamento impianti di spegnimento a gas inerte secondo EN 15004 ed accenni sui sistemi di rivelazione secondo UNI 9795. Progettazione, installazione manutenzione 4 4
Modulo 3: D.M. 20/12/2012 Impianti Sprinkler 4 4
Modulo 4: D.M. 20/12/2012 Reti idranti e gruppi di pompaggio 4 4
 Modulo 5: D.M. 20/12/2012 I sistemi di spegnimento ad acqua nebulizzata: progettazione, installazione ed approvazione 4 4
Modulo 6: Obblighi, responsabilità civile e penale del professionista e la tutela assicurativa 4 4
Modulo 7: Vulnerabilità sismica impianti antincendio 4 4
 Modulo 8: La manutenzione degli impianti antincendio quale supporto alle attività del professionista per il rilascio dell’asservazione  in fase di rinnovo periodico 4 4
Regola tecnica di prevenzione incendi D.M. 20/12/2012  Impianti di spegnimento ad acqua nebulizzata 4 4
Regola tecnica di prevenzione incendi D.M. 20/12/2012 Esempi di dimensionamento impianti di spegnimento a gas inerte secondo EN 15004 ed accenni sui sistemi di rivelazione secondo UNI 9795. Progettazione installazione manutenzione 4 4
Regola tecnica di prevenzione incendi D.M. 20/12/2012 Reti idranti  e gruppi di pompaggio 4 4
Regola tecnica di prevenzione incendi D.M. 20/12/2012 Impianti sprinkler 4 4
Regola tecnica di prevenzione incendi D.M. 20/12/2012 Impinati sprinkler di controllo e spegnimento e vulnerabilità sismica 4 4
Modulo 1: Il calcolo del carico d’incendio e la determinazione della classe degli edifici ai fini della resistenza al fuoco delle strutture 8 6
Modulo 2: Gli eurocodici e gli annessi nazionali 4 4
Modulo 3: Reazione al fuoco dei materiali 4 4
Resistenza al fuoco delle strutture 4 4
Progettazione di strutture resistenti al fuoco in calcestruzzo armato 4 4
Progettazione di strutture resistenti al fuoco in acciaio 4 4
Progettazione di strutture resistenti al fuoco in legno 4 4
Progettazione di strutture resistenti al fuoco in murature 4 4
Progettazione di strutture resistenti al fuoco: calcestruzzo armato e legno 4 4
D.M. 19/03/2015 Aggiornamento della regola tecnica di prevenzione incendi delle strutture sanitarie esistenti 8 6
D.M. 28/02/2014 Aggiornamento della regola tecnica di prevenzione incendi delle strutture turistiche 8 6
D.M. 16/08/2014 Aggiornamento della regola tecnica di prevenzione incendi degli asili nido 8 6
D.M. 22/10/2015 Aggiornamento della regola tecnica di prevenzione incendi delle metropolitane 8 6
D.M. 18/07/2014 Aggiornamento della regola tecnica di prevenzione incendi degli interporti 8 6
D.M. 17/07/2014 Aggiornamento della regola tecnica di prevenzione incendi delle aereostazioni 8 6
Regola tecnica di prevenzione incendi degli alberghi 8 6
Regola tecnica di prevenzione incendi delle scuole 8 6
Regola tecnica di prevenzione incendi delle autorimesse 8 6
Regola tecnica di prevenzione incendi degli uffici 8 6
La gestione, progettazione e mantenimento nel tempo di impianti di evacuazione naturale e forzata secondo la UNI 9494-1-2-3 Smoke management l’approccio ingegneristico alla gestione dei fumi 8 6
Smoke management l’approccio ingegneristico alla gestione dei fumi e l’esodo 5 5
Modulo 1: Sistemi di evacuazione naturale di fumo e calore 4 4
Modulo 2: Sistemi di evacuazione forzata di fumo e calore 4 4
Modulo 3: Interazione fra impianti di spegnimento e sprinkler e sistemi di evacuazione forzata di fumo e calore 4 4
Sistemi di isolamento termico ecosotenibile in pannelli di silicato di calcio idrato 6 6
Sistemi di pareti interne ed esterne in calcestruzzo aerato autoclavato per edifici nzeb 6 6
Sistemi di compartimentazione al fuoco con elementi in calcestruzzo  cellulare  e protezione 6 6
Approfondimento delle competenze del direttore lavori Modulo 1  16 6
Approfondimento delle competenze del direttore lavori Modulo 2  16 6
Approfondimento delle competenze del direttore lavori Modulo 3  16 6
Il comportamento al fuoco dei moduli fotovoltaici 4 4
La progettazione antisismica nell’ambito dell’impiantistica antincendio 8 6
La progettazione antisismica nell’ambito dell’impiantistica antincendio 4 4
Protezione passiva dal fuoco: compartimentazioni attraversamenti condotte 4 4
La protezione passiva: compartimentazioni attraversamenti condotte e sistemi a secco 8 6
La protezione passiva: le chiusure tecniche 8 6
Quadro normativo e certificativo della protezione passiva dal fuoco D.M. 9/03/2007 e D.M. 16/02/2007 8 6
Protezione passiva dal fuoco. Il locale filtro fumo, gli intonaci  e le vernici e le compartimentazioni 8 6
Protezione passiva dal fuoco. Il locale filtro fumo, gli intonaci  e le vernici 4 4
Protezione passiva dal fuoco . Il locale filtro fumo e le compartimentazioni 4 4
Protezione passiva dal fuoco delle strutture 4 4
D.M. 19/03/2015 Aggiornamento della regola tecnica di prevenzione incendi delle strutture sanitarie esistenti 4 4
D.M. 28/02/2014 Aggiornamento della regola tecnica di prevenzione incendi delle strutture turistiche 4 4
D.M. 16/08/2014 Aggiornamento della regola tecnica di prevenzione incendi degli asili nido 4 4
D.M. 22/10/2015 Aggiornamento della regola tecnica di prevenzione incendi delle strutture metropolitane  4 4
D.M. 18/07/2014 D.M. 28/02/2014 Aggiornamento della regola tecnica di prevenzione incendi degli interporti 4 4
D.M. 17/07/2014 D.M. 28/02/2014 Aggiornamento della regola tecnica di prevenzione incendi delle strutture aereostazioni 4 4
D.M. 9/08/2016 D.M. 28/02/2014 Aggiornamento della regola tecnica di prevenzione incendi per attività ricettive, turistico-alberghiere 4 4
Regola tecnica di prevenzione incendi delle scuole 4 4
Regola tecnica di prevenzione incendi delle autorimesse 4 4
D.M. 8/06/2016 Aggiornamento della regola tecnica di prevenzione uffici 4 4
Linee guida di prevenzione incendi per manifestazioni temporanee  approfondimento e casi pratici 8 6
Tecniche di investigazione antincendio ruolo e competenze  del “fire investigator” 8 6
Concetti per la progettazione  dell’esodo D.M. 3/08/2015 8 6
Sistemi di evacuazione naturale di fumo e calore, controllo iniziale e manutenzione. Novità introdotte dal codice di prevenzione incendi D.M. 3/08/2015 e dalla revisione della nuova norma UNI 9494 4 4
La gestione dei fumi degli incendi secondo il D.M. 3/08/2015 sistemi di evacuazione  naturale e forzata di fumo e calore 4 4
Le norme tecniche di prevenzione e incendi D.M. 3/08/2015 sez. 8 controllo di fumi e calore e confronto con nuova UNI 9494 1-2-3. La gestione progettazione e mantenimento nel tempo di impianti di evacuazione naturale e forzata di fumo e calore. 8 6
Il comportamento al fuoco dei moduli fotovoltaici approfondimenti 8 6
Il fenomeno degli incendi da tetti e il dimensionamento impianti fumari 8 6
Impianti antincendio manuali ed automatici: alimentazione idrica e locali tecnici 4 4
Progettazione antisismica nell’ambito dell’impiantistica antincendio. 4 4
LE NORME TECNICHE DI PREVENZIONE INCENDI D.M. 3/8/2015 SEZ. S8 CONTROLLO DI FUMI E CALORE. ESERCITAZIONE PROGETTUALE DI CASO PRATICO. CONFRONTO CON NUOVA UNI 9494 1-2-3. PROGETTAZIONE INSTALLAZIONE COLLAUDO E ASSEVERAZIONE DI IMPIANTI DI EVACUAZIONE NATURALE E FORZATA 8 6
LE COMPARTIMENTAZIONI, IL LOCALE FILTRO FUMO E LE ALTRE SOLUZIONI PER LA PROTEZIONE PASSIVA DAL FUOCO (GLI INTONACI E LE VERNICI) 8 6
REGOLA TECNICA DI PREVENZIONE INCENDI D.M. 20/12/2012. IMPIANTI DI CONTROLLO E SPEGNIMENTO SPECIALI 8 6
SISTEMI DI EVACUAZIONE NATURALE DI FUMO E CALORE. CONTROLLO INIZIALE E MANUTENZIONE. NOVITÀ INTRODOTTE DAL CODICE DI PREVENZIONE INCENDI D.M. 3/8/2015 E DALLA REVISIONE DELLA NUOVA NORMA UNI 9494. 8 6
TECNOLOGIA DEI MATERIALI E DELLE STRUTTURE: TRATTAZIONE DEI CAPITOLI S2 RESISTENZA -S3 COMPARTIMENTAZIONE- S4 ESODO -S9 OPERATIVITA – DEL D.M. 5 AGOSTO 2011 (RTO) 12 6
APPLICAZIONE DELLA METODOLOGIA DI PROGETTAZIONE CON RTO ATTRAVERSO UN ESERCITAZIONE PRATICA  8 6
ESERCITAZIONE PRATICA DI PROGETTAZZIONE CON RTO DI UN CENTRO COMMERCIALE E RELATIVO SOPRALLUOGO E CONFRONTO  CON R T V  REGOLA TECNICA VERTICALE DI PREVENZIONE INCENDI  PER LE  ATTIVITA’ COMMERCIALI (DI PROSSIMA PUBBLICAZIONE) 8 6

 

 Corsi autorizzati 2018  Ore  Crediti
 Direttore dei lavori antincendio-corso di specializzazione 48 51
Attività a rischio rilevante  La nuova Seveso III: D.Lgs 26/06/2015 n. 105 8 11
Il rischio elettrico e l’incendio: connessioni e responsabilità 8 11
Norme tecniche: il nuovo approccio alla progettazione antincendio: termini, definizioni,generalità, metodi e strategie 8 11
Le norme tecniche di prevenzione incendi D.M. 3/08/2015. Sezione S1-3 strategie di reazione, resistenza al fuoco e compartimentazione 8 11
Le norme tecniche di prevenzione incendi D.M. 3/08/2015. Sezione S 6-8 gestione della sicurezza, controllo, rivelazione e gestione dei fumi  8 11
Le norme tecniche di prevenzione incendi D.M. 3/08/2015. Sezione S4 esodo gestione emergenze disabilitàinclusione e wayfinding 8 11
Le norme tecniche di prevenzione incendi D.M. 3/08/2015. Sezione metodi M1-2-3 metodologie scenari salvaguardia con progettazione prestazionale 8 11
Le norme tecniche di prevenzione incendi D.M. 3/08/2015. Sezione approfondimento casi pratici di applicazione del codice 8 11
Le norme tecniche di prevenzione incendi D.M. 3/08/2015. il nuovo approccio alla progettazione antincendio e le responsabilità 12 15
Modulo 1 nuovo procedimento di prevenzione incendi 8 11
Modulo 2 la scia in pratica 8 11
La prevenzione incendi nei depositi di logistica e il mantenimento nel tempo dei presidi antincendio 4 7
 Progettazione, costruzione e la manutenzione degli impianti antincendio quale supporto alle attività del professionista per il rilascio dell’asservazione in fase di rinnovo periodico 4 7
 L’asservazione per il rinnovo periodico dei presidi antincendio: competenze, procedure e verifiche del professionista 4 7
Procedure documentali ai comandi DPR 151 DM 7/8/2012 4 7
Modulo 1: D.M. 20/12/2012 Rivelazione incendi 4 7
 Modulo 2: D.M. 20/12/2012 Esempi di dimensionamento impianti di spegnimento a gas inerte secondo EN 15004 ed accenni sui sistemi di rivelazione secondo UNI 9795. Progettazione, installazione manutenzione. 4 7
 Modulo 3: D.M. 20/12/2012 Impianti Sprinkler 4 7
Modulo 4: D.M. 20/12/2012 Reti idranti e gruppi di pompaggio 4 7
 Modulo 5: D.M. 20/12/2012 I sistemi di spegnimento ad acqua nebulizzata: progettazione, installazione ed approvazione 4 7
 Modulo 6: Obblighi, responsabilità civile e penale del professionista e la tutela assicurativa 4 7
Modulo 7: Vulnerabilità sismica impianti antincendio 4 7
 Modulo 8: La manutenzione degli impianti antincendio quale supporto alle attività del professionista per il rilascio dell’asservazione  in fase di rinnovo periodico 4 7
 Modulo 9: Applicazione delle direttive ATEX 24 27
 Modulo 10: Il rischio di incendio ed esplosione nei luoghi di lavoro “Fire safety at work” 30 33
 I sistemi di controllo dell’incendio non ad acqua 4 7
 Impianti antincendio manuali ed automatici: alimentazione idrica e locali tecnici 4 7
 H2O-gas Nuovi sistemi di protezione attiva mista in linea con il DM 20/12/2012 (Decreto impianti) 4 7
 Impianti di controllo e spegnimento speciali: schiuma, areosol, riduzione ossigeno 8 11
 Reti idranti e gruppi di pompaggio 4 7
 Reti idranti e gruppi di pompaggio 8 11
 Modulo 9: Applicazione delle direttive ATEX 8 11
Modulo 10: Il rischio di incendio ed esplosione nei luoghi di lavoro “Fire safety at work” 8 11
Regola tecnica di prevenzione incendi D.M. 20/12/2012 Impianti di protezione attiva contro l’incendio 8 11
Regola tecnica di prevenzione incendi D.M. 20/12/2012 Impianti di controllo e spegnimento ad acqua 8 11
Regola tecnica di prevenzione incendi D.M. 20/12/2012 Impianti sprinkler di controllo e spegnimento e vulnerabilità sismica 8 11
Regola tecnica di prevenzione incendi D.M. 20/12/2012 Impianti di spegnimento non ad acqua 8 11
Regola tecnica di prevenzione incendi D.M. 20/12/2012 Impianto di spegnimento a gas, reti idranti e sprinkler e alimentazioni idriche 8 11
Regola tecnica di prevenzione incendi D.M. 20/12/2012 Rivelazioni incendi 8 11
Elementi per una corretta progettazione antisismica armonizzata nell’ambito dell’impiantistica 8 11
 Modulo 1: Il calcolo del carico d’incendio e la determinazione della classe degli edifici ai fini della resistenza al fuoco delle strutture 8 11
Modulo 2: Gli eurocodici e gli annessi nazionali 4 7
Modulo 3: Reazione al fuoco dei materiali 4 7
 Protezione passiva dal fuoco delle strutture. Acciaio, cemento armato, murature, legno. 4 7
 Le compartimentazioni degli attraversamenti. Le condotte i filtri l’estrazione forzata di fumo e calore 4 7
 Le porte resistenti al fuoco/fumo. marcatura CE ai sensi della norma UNI EN 16034 8 11
 La protezione passiva dal fuoco delle strutture portanti e degli attraversamenti di impianti 8 11
 Protezione passiva dal fuoco: le compartimentazioni, gli attraversamenti, le condotte e la protezione delle strytture acciaio, cemento armato, murature, legno 4 7
 Il calcolo del carico di incendio e le curve d’incendio 4 7
 Eurocodici parte fuoco 4 7
 La protezione al fuoco delle strutture in cemento armato, calcestruzzo e acciaio 8 11
 La resistenza al fuoco delle strutture 8 11
Progettazione di strutture resistenti al fuoco in calcestruzzo armato 8 11
Progettazione di strutture resistenti al fuoco in acciaio 8 11
Progettazione di strutture resistenti al fuoco in legno e murature 8 11
Progettazione di strutture resistenti al fuoco: calcestruzzo armato, acciaio, legno e murature 8 11
D.M. 19/03/2015 Aggiornamento  della regola tecnica di prevenzione incendi delle strutture sanitarie  esistenti 8 11
D.M. 28/02/2014 Aggiornamento  della regola tecnica di prevenzione incendi delle strutture turistiche 8 11
D.M. 16/08/2014 Aggiornamento  della regola tecnica di prevenzione incendi degli asili nido 8 11
D.M. 22/10/2015 Aggiornamento  della regola tecnica di prevenzione incendi delle metropolitane 8 11
D.M. 18/07/2014 Aggiornamento  della regola tecnica di prevenzione incendi degli interporti 8 11
D.M. 17/07/2014 Aggiornamento  della regola tecnica di prevenzione incendi delle aerostazioni 8 11
Regola tecnica di prevenzione incendi degli alberghi 8 11
Regola tecnica di prevenzione incendi delle scuole 8 11
Regola tecnica di prevenzione incendi delle autorimesse 8 11
Regola tecnica di prevenzione incendi degli uffici 8 11
La gestione, progettazione e mantenimento nel tempo di impianti di evacuazione naturale e forzata secondo la uni 9494 -1 -2 -3. smoke management. l’approccio ingegneristico alla gestione dei fumi 8 11
Smoke management. l’approccio ingegneristico alla gestione dei fumi e l’esodo 8 11
Le nuove norme UNI 9494 parte 1 e UNI 9494 parte 2. progettazione e installazione dei sistemi di evacuazione di fumo e calore (SEFC) e manutenzione impianti nel tempo parte 3 8 11
 Progettazione dei locali ricarica muletti e batterie di tradizione 4 7
 La gestione della ventilazione dei fumi ai fini della sicurezza antincendio alla luce del nuovo codice di prevenzione incendi 4 7
 La gestione dei prodotti della combustione fumo e calore e le condotte di ventilazione 4 7
 Interazione fra impianti di spegnimento di protezione attiva e sistemi di evacuazione di fumo e calore 4 7
Concetti per la progettazione dell’esodo d.m. 3 agosto 2015 8 11
Protezione passiva dal fuoco delle strutture 8 11
Sistemi di isolamento termico  ecosostenibile in pannelli di silicato  di calcio idrato 6 9
Sistemi di pareti interne  ed esterne in calcestruzzo  aerato autoclavato per edifici nzeb 6 9
Sistemi di compartimentazione al fuoco con elementi in calcestruzzo cellulare e protezione 6 9
La progettazione antisismica nell’ambito dell’impiantistica antincendio 8 11
Tecniche di investigazione antincendio ruolo e competenze  del fire investigator 8 11
Approfondimento delle competenze nell’ambito della prevenzione incendi del direttore lavori moduli 1 16 19
Approfondimento delle competenze nell’ambito della prevenzione incendi del direttore lavori moduli 2 16 19
Approfondimento delle competenze nell’ambito della prevenzione incendi del direttore lavori moduli 3 16 19
Sistemi di evacuazione naturale di fumo e calore.Controllo iniziale e manutenzione  UNI 9494-3 Novità introdotte dal codice di prevenzione incendi dm 3/8/2015 8 11
Le norme tecniche di prevenzione incendi dm 3/8/2015 sez.V regola tecnica  verticale per aree a rischio specifico per atmosfere esplosive 8 11
Il comportamento al fuoco dei moduli fotovoltaici approfondimenti 8 11
Il fenomeno degli incendi da tetti e il dimensionamento impianti fumari 8 11
Le norme tecniche di prevenzione incendi  dm 3/8/2015 sez. S8 controllo di fumi e calore e confronto con una nuova UNI 9494 1-2-3. La gestione progettazione e mantenimento nel tempo di impianti di evacuazione naturale e forzata 8 11
La gestione dei fumi degli  incendi secondo il dm 03/08/2015 sistemi di evacuazione naturale e forzata di fumo e calore 4 7
La protezione passiva: compartimentazioni attraversamenti condotte e sistemi a secco 8 11
La protezione passiva: le chiusure tecniche 8 11
Quadro normativo  e certificativo della protezione passiva dal fuoco dm 9/3/2007e dm 16/22007 8 11
Protezione passiva dal fuoco . Il locale filtro fumo, gli intonaci e le vernici e le compartimentazioni 8 11
D.M. 19/03/2015 Aggiornamento  della regola tecnica di prevenzione incendi delle strutture sanitarie  esistenti 4 7
D.M. 28/02/2014 Aggiornamento  della regola tecnica di prevenzione incendi delle strutture turistiche 4 7
D.M. 16/08/2014 Aggiornamento  della regola tecnica di prevenzione incendi degli asili nido 4 7
D.M. 22/10/2015 Aggiornamento  della regola tecnica di prevenzione incendi delle metropolitane 4 7
D.M. 18/07/2014 Aggiornamento  della regola tecnica di prevenzione incendi degli interporti 4 7
D.M. 17/07/2014 Aggiornamento  della regola tecnica di prevenzione incendi delle aerostazioni 4 7
DM 9/8/2016 regola tecnica di prevenzione incendi delle attività ricettive turistico alberghiere 4 7
DM 8/6/2016 regola tecnica di prevenzione incendi per uffici 4 7
Regola tecnica di prevenzione incendi delle scuole 4 7
Regola tecnica di prevenzione incendi delle autorimesse 4 7
Linee guida  di prevenzione incendi per manifestazioni temporanee  approfondimento e caso pratico 8 11
Le compartimentazioni, il locale filtro fumo e le altre soluzioni per la protezione passiva dal fuoco (gli intonaci e le vernici) 8 11
Regola tecnica di prevenzione incendi D.M. 20/12/2012. Impianti di controllo e spegnimento speciali 8 11
SISTEMI DI EVACUAZIONE NATURALE DI FUMO E CALORE. CONTROLLO INIZIALE E MANUTENZIONE. NOVITÀ INTRODOTTE DAL CODICE DI PREVENZIONE INCENDI D.M. 3/8/2015 E DALLA REVISIONE DELLA NUOVA NORMA UNI 9494. 8 11
TECNOLOGIA DEI MATERIALI E DELLE STRUTTURE: TRATTAZIONE DEI CAPITOLI S2 RESISTENZA -S3 COMPARTIMENTAZIONE- S4 ESODO -S9 OPERATIVITA – DEL D.M. 5 AGOSTO 2011 (RTO) 12 15
APPLICAZIONE DELLA METODOLOGIA DI PROGETTAZIONE CON RTO ATTRAVERSO UN ESERCITAZIONE PRATICA  8 11
ESERCITAZIONE PRATICA DI PROGETTAZZIONE CON RTO DI UN CENTRO COMMERCIALE E RELATIVO SOPRALLUOGO E CONFRONTO  CON R T V  REGOLA TECNICA VERTICALE DI PREVENZIONE INCENDI  PER LE  ATTIVITA’ COMMERCIALI 8 11
LA REGOLA TECNICA VERTICALE PER LE AUTORIMESSE D.M. 21/02/2017, CON INTRODUZIONE ALLA RTO D.M. 03/08/2015 8 11
LA REGOLA TECNICA VERTICALE PER STRUTTURE SANITARIE D.M. 19 MARZO 2015  CON APPROFONDIMENTO E CASI PRATICI DI APPLICAZIONE 8 11
Seminari autorizzati 2018 Ore Crediti
Attività a rischio rilevante La nuova Seveso III: D.Lgs.26/6/2015 n. 105 8 6
Il rischio elettrico e l’incendio: connessioni e responsabilità 8 6
Modulo 1: Nuovo procedimento di prevenzione incendi 8 6
Modulo 2: La Scia in pratica 8 6
Modulo 1: D.M. 20/12/2012 Rivelazione incendi 4 4
Modulo 2: D.M. 20/12/2012 Esempi di dimensionamento impianti di spegnimento a gas inerte secondo EN 15004 ed accenni sui sistemi di rivelazione secondo UNI 9795. Progettazione, installazione manutenzione 4 4
Modulo 3: D.M. 20/12/2012 Impianti Sprinkler 4 4
Modulo 4: D.M. 20/12/2012 Reti idranti e gruppi di pompaggio 4 4
 Modulo 5: D.M. 20/12/2012 I sistemi di spegnimento ad acqua nebulizzata: progettazione, installazione ed approvazione 4 4
Modulo 6: Obblighi, responsabilità civile e penale del professionista e la tutela assicurativa 4 4
Modulo 7: Vulnerabilità sismica impianti antincendio 4 4
 Modulo 8: La manutenzione degli impianti antincendio quale supporto alle attività del professionista per il rilascio dell’asservazione  in fase di rinnovo periodico 4 4
Regola tecnica di prevenzione incendi D.M. 20/12/2012  Impianti di spegnimento ad acqua nebulizzata 4 4
Regola tecnica di prevenzione incendi D.M. 20/12/2012 Esempi di dimensionamento impianti di spegnimento a gas inerte secondo EN 15004 ed accenni sui sistemi di rivelazione secondo UNI 9795. Progettazione installazione manutenzione 4 4
Regola tecnica di prevenzione incendi D.M. 20/12/2012 Reti idranti  e gruppi di pompaggio 4 4
Regola tecnica di prevenzione incendi D.M. 20/12/2012 Impianti sprinkler 4 4
Regola tecnica di prevenzione incendi D.M. 20/12/2012 Impinati sprinkler di controllo e spegnimento e vulnerabilità sismica 4 4
Modulo 1: Il calcolo del carico d’incendio e la determinazione della classe degli edifici ai fini della resistenza al fuoco delle strutture 8 6
Modulo 2: Gli eurocodici e gli annessi nazionali 4 4
Modulo 3: Reazione al fuoco dei materiali 4 4
Resistenza al fuoco delle strutture 4 4
Progettazione di strutture resistenti al fuoco in calcestruzzo armato 4 4
Progettazione di strutture resistenti al fuoco in acciaio 4 4
Progettazione di strutture resistenti al fuoco in legno 4 4
Progettazione di strutture resistenti al fuoco in murature 4 4
Progettazione di strutture resistenti al fuoco: calcestruzzo armato e legno 4 4
D.M. 19/03/2015 Aggiornamento della regola tecnica di prevenzione incendi delle strutture sanitarie esistenti 8 6
D.M. 28/02/2014 Aggiornamento della regola tecnica di prevenzione incendi delle strutture turistiche 8 6
D.M. 16/08/2014 Aggiornamento della regola tecnica di prevenzione incendi degli asili nido 8 6
D.M. 22/10/2015 Aggiornamento della regola tecnica di prevenzione incendi delle metropolitane 8 6
D.M. 18/07/2014 Aggiornamento della regola tecnica di prevenzione incendi degli interporti 8 6
D.M. 17/07/2014 Aggiornamento della regola tecnica di prevenzione incendi delle aereostazioni 8 6
Regola tecnica di prevenzione incendi degli alberghi 8 6
Regola tecnica di prevenzione incendi delle scuole 8 6
Regola tecnica di prevenzione incendi delle autorimesse 8 6
Regola tecnica di prevenzione incendi degli uffici 8 6
La gestione, progettazione e mantenimento nel tempo di impianti di evacuazione naturale e forzata secondo la UNI 9494-1-2-3 Smoke management l’approccio ingegneristico alla gestione dei fumi 8 6
Smoke management l’approccio ingegneristico alla gestione dei fumi e l’esodo 5 5
Modulo 1: Sistemi di evacuazione naturale di fumo e calore 4 4
Modulo 2: Sistemi di evacuazione forzata di fumo e calore 4 4
Modulo 3: Interazione fra impianti di spegnimento e sprinkler e sistemi di evacuazione forzata di fumo e calore 4 4
Sistemi di isolamento termico ecosotenibile in pannelli di silicato di calcio idrato 6 6
Sistemi di pareti interne ed esterne in calcestruzzo aerato autoclavato per edifici nzeb 6 6
Sistemi di compartimentazione al fuoco con elementi in calcestruzzo  cellulare  e protezione 6 6
Approfondimento delle competenze del direttore lavori Modulo 1  16 6
Approfondimento delle competenze del direttore lavori Modulo 2  16 6
Approfondimento delle competenze del direttore lavori Modulo 3  16 6
Il comportamento al fuoco dei moduli fotovoltaici 4 4
La progettazione antisismica nell’ambito dell’impiantistica antincendio 8 6
La progettazione antisismica nell’ambito dell’impiantistica antincendio 4 4
Protezione passiva dal fuoco: compartimentazioni attraversamenti condotte 4 4
La protezione passiva: compartimentazioni attraversamenti condotte e sistemi a secco 8 6
La protezione passiva: le chiusure tecniche 8 6
Quadro normativo e certificativo della protezione passiva dal fuoco D.M. 9/03/2007 e D.M. 16/02/2007 8 6
Protezione passiva dal fuoco. Il locale filtro fumo, gli intonaci  e le vernici e le compartimentazioni 8 6
Protezione passiva dal fuoco. Il locale filtro fumo, gli intonaci  e le vernici 4 4
Protezione passiva dal fuoco . Il locale filtro fumo e le compartimentazioni 4 4
Protezione passiva dal fuoco delle strutture 4 4
D.M. 19/03/2015 Aggiornamento della regola tecnica di prevenzione incendi delle strutture sanitarie esistenti 4 4
D.M. 28/02/2014 Aggiornamento della regola tecnica di prevenzione incendi delle strutture turistiche 4 4
D.M. 16/08/2014 Aggiornamento della regola tecnica di prevenzione incendi degli asili nido 4 4
D.M. 22/10/2015 Aggiornamento della regola tecnica di prevenzione incendi delle strutture metropolitane  4 4
D.M. 18/07/2014 D.M. 28/02/2014 Aggiornamento della regola tecnica di prevenzione incendi degli interporti 4 4
D.M. 17/07/2014 D.M. 28/02/2014 Aggiornamento della regola tecnica di prevenzione incendi delle strutture aereostazioni 4 4
D.M. 9/08/2016 D.M. 28/02/2014 Aggiornamento della regola tecnica di prevenzione incendi per attività ricettive, turistico-alberghiere 4 4
Regola tecnica di prevenzione incendi delle scuole 4 4
Regola tecnica di prevenzione incendi delle autorimesse 4 4
D.M. 8/06/2016 Aggiornamento della regola tecnica di prevenzione uffici 4 4
Linee guida di prevenzione incendi per manifestazioni temporanee  approfondimento e casi pratici 8 6
Tecniche di investigazione antincendio ruolo e competenze  del “fire investigator” 8 6
Concetti per la progettazione  dell’esodo D.M. 3/08/2015 8 6
Sistemi di evacuazione naturale di fumo e calore, controllo iniziale e manutenzione. Novità introdotte dal codice di prevenzione incendi D.M. 3/08/2015 e dalla revisione della nuova norma UNI 9494 4 4
La gestione dei fumi degli incendi secondo il D.M. 3/08/2015 sistemi di evacuazione  naturale e forzata di fumo e calore 4 4
Le norme tecniche di prevenzione e incendi D.M. 3/08/2015 sez. 8 controllo di fumi e calore e confronto con nuova UNI 9494 1-2-3. La gestione progettazione e mantenimento nel tempo di impianti di evacuazione naturale e forzata di fumo e calore. 8 6
Il comportamento al fuoco dei moduli fotovoltaici approfondimenti 8 6
Il fenomeno degli incendi da tetti e il dimensionamento impianti fumari 8 6
Impianti antincendio manuali ed automatici: alimentazione idrica e locali tecnici 4 4
Progettazione antisismica nell’ambito dell’impiantistica antincendio. 4 4
LE NORME TECNICHE DI PREVENZIONE INCENDI D.M. 3/8/2015 SEZ. S8 CONTROLLO DI FUMI E CALORE. ESERCITAZIONE PROGETTUALE DI CASO PRATICO. CONFRONTO CON NUOVA UNI 9494 1-2-3. PROGETTAZIONE INSTALLAZIONE COLLAUDO E ASSEVERAZIONE DI IMPIANTI DI EVACUAZIONE NATURALE E FORZATA 8 6
LE COMPARTIMENTAZIONI, IL LOCALE FILTRO FUMO E LE ALTRE SOLUZIONI PER LA PROTEZIONE PASSIVA DAL FUOCO (GLI INTONACI E LE VERNICI) 8 6
REGOLA TECNICA DI PREVENZIONE INCENDI D.M. 20/12/2012. IMPIANTI DI CONTROLLO E SPEGNIMENTO SPECIALI 8 6
SISTEMI DI EVACUAZIONE NATURALE DI FUMO E CALORE. CONTROLLO INIZIALE E MANUTENZIONE. NOVITÀ INTRODOTTE DAL CODICE DI PREVENZIONE INCENDI D.M. 3/8/2015 E DALLA REVISIONE DELLA NUOVA NORMA UNI 9494. 8 6
TECNOLOGIA DEI MATERIALI E DELLE STRUTTURE: TRATTAZIONE DEI CAPITOLI S2 RESISTENZA -S3 COMPARTIMENTAZIONE- S4 ESODO -S9 OPERATIVITA – DEL D.M. 5 AGOSTO 2011 (RTO) 12 6
APPLICAZIONE DELLA METODOLOGIA DI PROGETTAZIONE CON RTO ATTRAVERSO UN ESERCITAZIONE PRATICA  8 6
ESERCITAZIONE PRATICA DI PROGETTAZZIONE CON RTO DI UN CENTRO COMMERCIALE E RELATIVO SOPRALLUOGO E CONFRONTO  CON R T V  REGOLA TECNICA VERTICALE DI PREVENZIONE INCENDI  PER LE  ATTIVITA’ COMMERCIALI (DI PROSSIMA PUBBLICAZIONE) 8 6

 

 Corsi autorizzati 2017  Ore  Crediti
 Direttore dei lavori antincendio-corso di specializzazione 48 51
Attività a rischio rilevante  La nuova Seveso III: D.Lgs 26/06/2015 n. 105 8 11
Il rischio elettrico e l’incendio: connessioni e responsabilità 8 11
Norme tecniche: il nuovo approccio alla progettazione antincendio: termini, definizioni,generalità, metodi e strategie 8 11
Le norme tecniche di prevenzione incendi D.M. 3/08/2015. Sezione S1-3 strategie di reazione, resistenza al fuoco e compartimentazione 8 11
Le norme tecniche di prevenzione incendi D.M. 3/08/2015. Sezione S 6-8 gestione della sicurezza, controllo, rivelazione e gestione dei fumi  8 11
Le norme tecniche di prevenzione incendi D.M. 3/08/2015. Sezione S4 esodo gestione emergenze disabilitàinclusione e wayfinding 8 11
Le norme tecniche di prevenzione incendi D.M. 3/08/2015. Sezione metodi M1-2-3 metodologie scenari salvaguardia con progettazione prestazionale 8 11
Le norme tecniche di prevenzione incendi D.M. 3/08/2015. Sezione approfondimento casi pratici di applicazione del codice 8 11
Le norme tecniche di prevenzione incendi D.M. 3/08/2015. il nuovo approccio alla progettazione antincendio e le responsabilità 12 15
Modulo 1 nuovo procedimento di prevenzione incendi 8 11
Modulo 2 la scia in pratica 8 11
La prevenzione incendi nei depositi di logistica e il mantenimento nel tempo dei presidi antincendio 4 7
 Progettazione, costruzione e la manutenzione degli impianti antincendio quale supporto alle attività del professionista per il rilascio dell’asservazione in fase di rinnovo periodico 4 7
 L’asservazione per il rinnovo periodico dei presidi antincendio: competenze, procedure e verifiche del professionista 4 7
Procedure documentali ai comandi DPR 151 DM 7/8/2012 4 7
Modulo 1: D.M. 20/12/2012 Rivelazione incendi 4 7
 Modulo 2: D.M. 20/12/2012 Esempi di dimensionamento impianti di spegnimento a gas inerte secondo EN 15004 ed accenni sui sistemi di rivelazione secondo UNI 9795. Progettazione, installazione manutenzione. 4 7
 Modulo 3: D.M. 20/12/2012 Impianti Sprinkler 4 7
Modulo 4: D.M. 20/12/2012 Reti idranti e gruppi di pompaggio 4 7
 Modulo 5: D.M. 20/12/2012 I sistemi di spegnimento ad acqua nebulizzata: progettazione, installazione ed approvazione 4 7
 Modulo 6: Obblighi, responsabilità civile e penale del professionista e la tutela assicurativa 4 7
Modulo 7: Vulnerabilità sismica impianti antincendio 4 7
 Modulo 8: La manutenzione degli impianti antincendio quale supporto alle attività del professionista per il rilascio dell’asservazione  in fase di rinnovo periodico 4 7
 Modulo 9: Applicazione delle direttive ATEX 24 27
 Modulo 10: Il rischio di incendio ed esplosione nei luoghi di lavoro “Fire safety at work” 30 33
 I sistemi di controllo dell’incendio non ad acqua 4 7
 H2O-gas Nuovi sistemi di protezione attiva mista in linea con il DM 20/12/2012 (Decreto impianti) 4 7
 Impianti di controllo e spegnimento speciali: schiuma, areosol, riduzione ossigeno 8 11
 Reti idranti e gruppi di pompaggio 4 7
 Reti idranti e gruppi di pompaggio 8 11
 Modulo 9: Applicazione delle direttive ATEX 8 11
Modulo 10: Il rischio di incendio ed esplosione nei luoghi di lavoro “Fire safety at work” 8 11
Regola tecnica di prevenzione incendi D.M. 20/12/2012 Impianti di protezione attiva contro l’incendio 8 11
Regola tecnica di prevenzione incendi D.M. 20/12/2012 Impianti di controllo e spegnimento ad acqua 8 11
Regola tecnica di prevenzione incendi D.M. 20/12/2012 Impianti sprinkler di controllo e spegnimento e vulnerabilità sismica 8 11
Regola tecnica di prevenzione incendi D.M. 20/12/2012 Impianti di spegnimento non ad acqua 8 11
Regola tecnica di prevenzione incendi D.M. 20/12/2012 Impianto di spegnimento a gas, reti idranti e sprinkler e alimentazioni idriche 8 11
Regola tecnica di prevenzione incendi D.M. 20/12/2012 Rivelazioni incendi 8 11
Elementi per una corretta progettazione antisismica armonizzata nell’ambito dell’impiantistica 8 11
 Modulo 1: Il calcolo del carico d’incendio e la determinazione della classe degli edifici ai fini della resistenza al fuoco delle strutture 8 11
Modulo 2: Gli eurocodici e gli annessi nazionali 4 7
Modulo 3: Reazione al fuoco dei materiali 4 7
 Protezione passiva dal fuoco delle strutture. Acciaio, cemento armato, murature, legno. 4 7
 Le compartimentazioni degli attraversamenti. Le condotte i filtri l’estrazione forzata di fumo e calore 4 7
 Le porte resistenti al fuoco/fumo. marcatura CE ai sensi della norma UNI EN 16034 8 11
 La protezione passiva dal fuoco delle strutture portanti e degli attraversamenti di impianti 8 11
 Protezione passiva dal fuoco: le compartimentazioni, gli attraversamenti, le condotte e la protezione delle strytture acciaio, cemento armato, murature, legno 4 7
 Il calcolo del carico di incendio e le curve d’incendio 4 7
 Eurocodici parte fuoco 4 7
 La protezione al fuoco delle strutture in cemento armato, calcestruzzo e acciaio 8 11
 La resistenza al fuoco delle strutture 8 11
Progettazione di strutture resistenti al fuoco in calcestruzzo armato 8 11
Progettazione di strutture resistenti al fuoco in acciaio 8 11
Progettazione di strutture resistenti al fuoco in legno e murature 8 11
Progettazione di strutture resistenti al fuoco: calcestruzzo armato, acciaio, legno e murature 8 11
D.M. 19/03/2015 Aggiornamento  della regola tecnica di prevenzione incendi delle strutture sanitarie  esistenti 8 11
D.M. 28/02/2014 Aggiornamento  della regola tecnica di prevenzione incendi delle strutture turistiche 8 11
D.M. 16/08/2014 Aggiornamento  della regola tecnica di prevenzione incendi degli asili nido 8 11
D.M. 22/10/2015 Aggiornamento  della regola tecnica di prevenzione incendi delle metropolitane 8 11
D.M. 18/07/2014 Aggiornamento  della regola tecnica di prevenzione incendi degli interporti 8 11
D.M. 17/07/2014 Aggiornamento  della regola tecnica di prevenzione incendi delle aerostazioni 8 11
Regola tecnica di prevenzione incendi degli alberghi 8 11
Regola tecnica di prevenzione incendi delle scuole 8 11
Regola tecnica di prevenzione incendi delle autorimesse 8 11
Regola tecnica di prevenzione incendi degli uffici 8 11
La gestione, progettazione e mantenimento nel tempo di impianti di evacuazione naturale e forzata secondo la uni 9494 -1 -2 -3. smoke management. l’approccio ingegneristico alla gestione dei fumi 8 11
Smoke management. l’approccio ingegneristico alla gestione dei fumi e l’esodo 8 11
Le nuove norme UNI 9494 parte 1 e UNI 9494 parte 2. progettazione e installazione dei sistemi di evacuazione di fumo e calore (SEFC) e manutenzione impianti nel tempo parte 3 8 11
 Progettazione dei locali ricarica muletti e batterie di tradizione 4 7
 La gestione della ventilazione dei fumi ai fini della sicurezza antincendio alla luce del nuovo codice di prevenzione incendi 4 7
 La gestione dei prodotti della combustione fumo e calore e le condotte di ventilazione 4 7
 Interazione fra impianti di spegnimento di protezione attiva e sistemi di evacuazione di fumo e calore 4 7
Concetti per la progettazione dell’esodo d.m. 3 agosto 2015 8 11
Protezione passiva dal fuoco delle strutture 8 11
Sistemi di isolamento termico  ecosostenibile in pannelli di silicato  di calcio idrato 6 9
Sistemi di pareti interne  ed esterne in calcestruzzo  aerato autoclavato per edifici nzeb 6 9
Sistemi di compartimentazione al fuoco con elementi in calcestruzzo cellulare e protezione 6 9
La progettazione antisismica nell’ambito dell’impiantistica antincendio 8 11
Tecniche di investigazione antincendio ruolo e competenze  del fire investigator 8 11
Approfondimento delle competenze nell’ambito della prevenzione incendi del direttore lavori moduli 1 16 19
Approfondimento delle competenze nell’ambito della prevenzione incendi del direttore lavori moduli 2 16 19
Approfondimento delle competenze nell’ambito della prevenzione incendi del direttore lavori moduli 3 16 19
Sistemi di evacuazione naturale di fumo e calore.Controllo iniziale e manutenzione  UNI 9494-3 Novità introdotte dal codice di prevenzione incendi dm 3/8/2015 8 11
le norme tecniche di prevenzione incendi dm 3/8/2015sez.V regola tecnica  verticale per aree a rischio specifico per atmosfere esplosive 8 11
Il comportamento al fuoco dei moduli fotovoltaici approfondimenti 8 11
Il fenomeno degli incendi da tetti e il dimensionamento impianti fumari 8 11
Sistemi di evacuazione naturale e forzata di fumo e calore secondo le norme UNI 9494-1-2-3. Verifica per l’asservazione in fase di Scia e di rinnovo periodico. Approccio ingegneristico alla gestione dei fumi 8 11
La gestione dei fumi degli  incendi secondo il dm 03/08/2015 sistemi di evacuazione naturale e forzata di fumo e calore 4 7
La protezione passiva: compartimentazioni attraversamenti condotte e sistemi a secco 8 11
La protezione passiva: le chiusure tecniche 8 11
Quadro normativo  e certificativo della protezione passiva dal fuoco dm 9/3/2007e dm 16/22007 8 11
Protezione passiva dal fuoco . Il locale filtro fumo, gli intonaci e le vernici e le compartimentazioni 8 11
D.M. 19/03/2015 Aggiornamento  della regola tecnica di prevenzione incendi delle strutture sanitarie  esistenti 4 7
D.M. 28/02/2014 Aggiornamento  della regola tecnica di prevenzione incendi delle strutture turistiche 4 7
D.M. 16/08/2014 Aggiornamento  della regola tecnica di prevenzione incendi degli asili nido 4 7
D.M. 22/10/2015 Aggiornamento  della regola tecnica di prevenzione incendi delle metropolitane 4 7
D.M. 18/07/2014 Aggiornamento  della regola tecnica di prevenzione incendi degli interporti 4 7
D.M. 17/07/2014 Aggiornamento  della regola tecnica di prevenzione incendi delle aerostazioni 4 7
DM 9/8/2016 regola tecnica di prevenzione incendi delle attività ricettive turistico alberghiere 4 7
DM 8/6/2016 regola tecnica di prevenzione incendi per uffici 4 7
Regola tecnica di prevenzione incendi delle scuole 4 7
Regola tecnica di prevenzione incendi delle autorimesse 4 7
Linee guida  di prevenzione incendi per manifestazioni temporanee  approfondimento e caso pratico 8 11
Seminari autorizzati 2017 Ore Crediti
Attività a rischio rilevante La nuova Seveso III: D.Lgs.26/6/2015 n. 105 8 6
Il rischio elettrico e l’incendio: connessioni e responsabilità 8 6
Modulo 1: Nuovo procedimento di prevenzione incendi 8 6
Modulo 2: La Scia in pratica 8 6
Modulo 1: D.M. 20/12/2012 Rivelazione incendi 4 4
Modulo 2: D.M. 20/12/2012 Esempi di dimensionamento impianti di spegnimento a gas inerte secondo EN 15004 ed accenni sui sistemi di rivelazione secondo UNI 9795. Progettazione, installazione manutenzione 4 4
Modulo 3: D.M. 20/12/2012 Impianti Sprinkler 4 4
Modulo 4: D.M. 20/12/2012 Reti idranti e gruppi di pompaggio 4 4
 Modulo 5: D.M. 20/12/2012 I sistemi di spegnimento ad acqua nebulizzata: progettazione, installazione ed approvazione 4 4
Modulo 6: Obblighi, responsabilità civile e penale del professionista e la tutela assicurativa 4 4
Modulo 7: Vulnerabilità sismica impianti antincendio 4 4
 Modulo 8: La manutenzione degli impianti antincendio quale supporto alle attività del professionista per il rilascio dell’asservazione  in fase di rinnovo periodico 4 4
Regola tecnica di prevenzione incendi D.M. 20/12/2012  Impianti di spegnimento ad acqua nebulizzata 4 4
Regola tecnica di prevenzione incendi D.M. 20/12/2012 Esempi di dimensionamento impianti di spegnimento a gas inerte secondo EN 15004 ed accenni sui sistemi di rivelazione secondo UNI 9795. Progettazione installazione manutenzione 4 4
Regola tecnica di prevenzione incendi D.M. 20/12/2012 Reti idranti  e gruppi di pompaggio 4 4
Regola tecnica di prevenzione incendi D.M. 20/12/2012 Impianti sprinkler 4 4
Regola tecnica di prevenzione incendi D.M. 20/12/2012 Impinati sprinkler di controllo e spegnimento e vulnerabilità sismica 4 4
Modulo 1: Il calcolo del carico d’incendio e la determinazione della classe degli edifici ai fini della resistenza al fuoco delle strutture 8 6
Modulo 2: Gli eurocodici e gli annessi nazionali 4 4
Modulo 3: Reazione al fuoco dei materiali 4 4
Resistenza al fuoco delle strutture 4 4
Progettazione di strutture resistenti al fuoco in calcestruzzo armato 4 4
Progettazione di strutture resistenti al fuoco in acciaio 4 4
Progettazione di strutture resistenti al fuoco in legno 4 4
Progettazione di strutture resistenti al fuoco in murature 4 4
Progettazione di strutture resistenti al fuoco: calcestruzzo armato e legno 4 4
D.M. 19/03/2015 Aggiornamento della regola tecnica di prevenzione incendi delle strutture sanitarie esistenti 8 6
D.M. 28/02/2014 Aggiornamento della regola tecnica di prevenzione incendi delle strutture turistiche 8 6
D.M. 16/08/2014 Aggiornamento della regola tecnica di prevenzione incendi degli asili nido 8 6
D.M. 22/10/2015 Aggiornamento della regola tecnica di prevenzione incendi delle metropolitane 8 6
D.M. 18/07/2014 Aggiornamento della regola tecnica di prevenzione incendi degli interporti 8 6
D.M. 17/07/2014 Aggiornamento della regola tecnica di prevenzione incendi delle aereostazioni 8 6
Regola tecnica di prevenzione incendi degli alberghi 8 6
Regola tecnica di prevenzione incendi delle scuole 8 6
Regola tecnica di prevenzione incendi delle autorimesse 8 6
Regola tecnica di prevenzione incendi degli uffici 8 6
La gestione, progettazione e mantenimento nel tempo di impianti di evacuazione naturale e forzata secondo la UNI 9494-1-2-3 Smoke management l’approccio ingegneristico alla gestione dei fumi 8 6
Smoke management l’approccio ingegneristico alla gestione dei fumi e l’esodo 5 5
Modulo 1: Sistemi di evacuazione naturale di fumo e calore 4 4
Modulo 2: Sistemi di evacuazione forzata di fumo e calore 4 4
Modulo 3: Interazione fra impianti di spegnimento e sprinkler e sistemi di evacuazione forzata di fumo e calore 4 4
Sistemi di isolamento termico ecosotenibile in pannelli di silicato di calcio idrato 6 6
Sistemi di pareti interne ed esterne in calcestruzzo aerato autoclavato per edifici nzeb 6 6
Sistemi di compartimentazione al fuoco con elementi in calcestruzzo  cellulare  e protezione 6 6
Approfondimento delle competenze del direttore lavori Modulo 1  16 6
Approfondimento delle competenze del direttore lavori Modulo 2  16 6
Approfondimento delle competenze del direttore lavori Modulo 3  16 6
Il comportamento al fuoco dei moduli fotovoltaici 4 4
La progettazione antisismica nell’ambito dell’impiantistica antincendio 8 6
La progettazione antisismica nell’ambito dell’impiantistica antincendio 4 4
Progettazione passiva dal fuoco: compartimentazioni attraversamenti condotte 4 4
La protezione passiva: compartimentazioni attraversamenti condotte e sistemi a secco 8 6
La protezione passiva: le chiusure tecniche 8 6
Quadro normativo e certificativo della protezione passiva dal fuoco D.M. 9/03/2007 e D.M. 16/02/2007 8 6
Protezione passiva dal fuoco. Il locale filtro fumo, gli intonaci  e le vernici e le compartimentazioni 8 6
Protezione passiva dal fuoco. Il locale filtro fumo, gli intonaci  e le vernici 4 4
Protezione passiva dal fuoco . Il locale filtro fumo e le compartimentazioni 4 4
Protezione passiva dal fuoco delle strutture 4 4
D.M. 19/03/2015 Aggiornamento della regola tecnica di prevenzione incendi delle strutture sanitarie esistenti 4 4
D.M. 28/02/2014 Aggiornamento della regola tecnica di prevenzione incendi delle strutture turistiche 4 4
D.M. 16/08/2014 Aggiornamento della regola tecnica di prevenzione incendi degli asili nido 4 4
D.M. 22/10/2015 Aggiornamento della regola tecnica di prevenzione incendi delle strutture metropolitane  4 4
D.M. 18/07/2014 D.M. 28/02/2014 Aggiornamento della regola tecnica di prevenzione incendi degli interporti 4 4
D.M. 17/07/2014 D.M. 28/02/2014 Aggiornamento della regola tecnica di prevenzione incendi delle strutture aereostazioni 4 4
D.M. 9/08/2016 D.M. 28/02/2014 Aggiornamento della regola tecnica di prevenzione incendi per attività ricettive, turistico-alberghiere 4 4
Regola tecnica di prevenzione incendi delle scuole 4 4
D.M. 28/02/2014 Aggiornamento della regola tecnica di prevenzione incendi delle autorimesse 4 4
D.M. 8/06/2016 Aggiornamento della regola tecnica di prevenzione uffici 4 4
Linee guida di prevenzione incendi per manifestazioni temporanee  approfondimento e casi pratici 8 6
Tecniche di investigazione antincendio ruolo e competenze  del “fire investigator” 8 6
Concetti per la progettazione  dell’esodo D.M. 3/08/2015 8 6
Sistemi di evacuazione naturale di fumo e calore, controllo iniziale e manutenzione. Novità introdotte dal codice di prevenzione incendi D.M. 3/08/2015 e dalla revisione della nuova norma UNI 9494 4 4
Sistemi di evacuazione naturale e forzata di fumo e calore secondo le norme UNI 9494-1-2-3. Verifica per l’asservazione in fase di Scia e di rinnovo periodico. Approccio ingegneristico alla gestione dei fumi 8 6
La gestione dei fumi degli incendi secondo il D.M. 3/08/2015 sistemi di evacuazione  naturale e forzata di fumo e calore 4 4
Le norme tecniche di prevenzione e incendi D.M. 3/08/2015 sez. V Regola tecnica verticale per aree a rischio specifico per atmosfere esplosive 8 6
Il comportamento al fuoco dei moduli fotovoltaici approfondimenti 8 6
Il fenomeno degli incendi da tetti e il dimensionamento impianti fumari 8 6
Impianti antincendio manuali ed automatici: alimentazione idrica e locali tecnici 4 4

 

 

 Corsi autorizzati 2016  Ore  Crediti
 PROTEZIONE ATTIVA    
 Modulo 1: D.M. 20/12/2012 Rivelazione incendi 4 7
 Modulo 2: D.M. 20/12/2012 Esempi di dimensionamento impianti di spegnimento a gas inerte secondo EN 15004 ed accenni sui sistemi di rivelazione secondo UNI 9795. Progettazione, installazione manutenzione. 4 7
 Modulo 3: D.M. 20/12/2012 Impianti Sprinkler 4 7
 Modulo 4: D.M. 20/12/2012 Reti idranti e gruppi di pompaggio 4 7
 Modulo 5: D.M. 20/12/2012 I sistemi di spegnimento ad acqua nebulizzata: progettazione, installazione ed approvazione 4 7
 Modulo 6: Obblighi, responsabilità civile e penale del professionista e la tutela assicurativa 4 7
 Modulo 7: Vulnerabilità sismica impianti antincendio  4 7
 Modulo 8: La manutenzione degli impianti antincendio quale supporto alle attività del professionista per il rilascio dell’asservazione  in fase di rinnovo periodico 4 7
 Modulo 9: Applicazione delle direttive ATEX 24 27
 Modulo 10: Il rischio di incendio ed esplosione nei luoghi di lavoro “Fire safety at work” 30 28
 I sistemi di controllo dell’incendio non ad acqua 4 7
 Impianti antincendio manuali ed automatici: alimentazione idrica e locali tecnici 4 7
 H2O-gas Nuovi sistemi di protezione attiva mista in linea con il DM 20/12/2012 (Decreto impianti) 4 7
 Impianti di controllo e spegnimento speciali: schiuma, areosol, riduzione ossigeno 8 11
 Reti idranti e gruppi di pompaggio 4 7
 Reti idranti e gruppi di pompaggio 8 11
 Regola tecnica di prevenzione incendi DM 20/12/2012 – Impianti di protezione attiva contro l’incendio 8 11
 Regola tecnica di prevenzione incendi DM 20/12/2012 – Impianti di controllo e spegnimento ad acqua 8 11
 Regola tecnica di prevenzione incendi DM 20/12/2012 – Impianti Sprinkler di controllo e spegnimento e vulnerabilità sismica 8 11
 Regola tecnica di prevenzione incendi DM 20/12/2012 – Impianti di spegnimento non ad acqua 8 11
 Regola tecnica di prevenzione incendi DM 20/12/2012 – Impianto di spegnimento a gas, reti idranti e sprinkler a alimentazioni idriche 8 11
 Regola tecnica di prevenzione incendi DM 20/12/2012 – Rivelazione incendi 8 11
 Elementi per una corretta progettazione antisismica armonizzata nell’ambito dell’impiantistica antincendio 8 11
 Modulo 9: Applicazione delle direttive ATEX 8 11
 Modulo 10: Il rischio di incendio ed esplosione nei luoghi di lavoro “Fire safety at work” 8 11
 PROTEZIONE PASSIVA
 Modulo 1: Il calcolo del carico d’incendio e la determinazione della classe degli edifici ai fini della resistenza al fuoco delle strutture 8 11
 Modulo 2: Gli eurocodici e gli annessi nazionali 4 7
 Modulo 3: Reazione al fuoco dei materiali 4 7
 Protezione passiva dal fuoco delle strutture. Acciaio, cemento armato, murature, legno. 4 7
 Le compartimentazioni degli attraversamenti. Le condotte i filtri l’estrazione forzata di fumo e calore 4 7
 Le porte resistenti al fuoco/fumo. marcatura CE ai sensi della norma UNI EN 16034 8 11
 La protezione passiva dal fuoco delle strutture portanti e degli attraversamenti di impianti 8 11
 Protezione passiva dal fuoco: le compartimentazioni, gli attraversamenti, le condotte e la protezione delle strytture acciaio, cemento armato, murature, legno 4 7
 Il calcolo del carico di incendio e le curve d’incendio 4 7
 Eurocodici parte fuoco 4 7
 La protezione al fuoco delle strutture in cemento armato, calcestruzzo e acciaio 8 11
 La resistenza al fuoco delle strutture 8 11
 Resistenza al fuoco delle strutture 8 11
 Progettazione di strutture resistenti al fuoco in calcestruzzo armato 8 11
 Progettazione di strutture resistenti al fuoco in acciaio 8 11
 Progettazione di strutture resistenti al fuoco in legno e murature 8 11
 Progettazione di strutture resistenti al fuoco: calcestruzzo armato, acciaio, legno e murature 8 11
 VENTILAZIONE SISTEMI EVACUATORI FUMO E CALORE
 Le nuove norme UNI 9494 parte 1 e UNI 9494 parte 2. progettazione e installazione dei sistemi di evacuazione di fumo e calore (SEFC) e manutenzione impianti nel tempo parte 3 8 11
 Progettazione dei locali ricarica muletti e batterie di tradizione 4 7
 La gestione della ventilazione dei fumi ai fini della sicurezza antincendio alla luce del nuovo codice di prevenzione incendi 4 7
 La gestione dei prodotti della combustione fumo e calore e le condotte di ventilazione 4 7
 Interazione fra impianti di spegnimento di protezione attiva e sistemi di evacuazione di fumo e calore 4 7
 VENTILAZIONE    
 La gestione, progettazione e mantenimento nel tempo di impianti di evacuazione naturale e forzata secondo la UNI 9494-1-2-3. Smoke management. L’approccio ingegneristico alla gestione dei fumi 8 11
 Smoke management. L’approccio ingegneristico alla gestione dei fumi e l’esodo 8 11
 NORMAZIONE
 Modulo 1: Nuovo procedimento di prevenzione incendi 8 11
 Modulo 2: La Scia in pratica 8 11
 La prevenzione incendi nei depositi di logistica e il mantenimento nel tempo dei presidi antincendio 4 7
 Progettazione, costruzione e la manutenzione degli impianti antincendio quale supporto alle attività del professionista per il rilascio dell’asservazione in fase di rinnovo periodico 4 7
 L’asservazione per il rinnovo periodico dei presidi antincendio: competenze, procedure e verifiche del professionista 4 7
 Procedure documentali ai comandi DPR 151 DM 7/8/2012 4 7
 DIRETTORE LAVORI    
 Direttore dei lavori antincendio – Corso di specializzazione 48 28
 GESTIONE DEL RISCHIO    
 Attività del rischio rilevante – La nuova Seveso III: D.Lgs. 26/06/2015 n. 105 8 11
 Il rischio elettrico e l’incendio: connessioni e responsabilità 8 11
 LE NORME TECNICHE DI PREVENZIONE INCENDI D.M. 3 AGOSTO 2015    
 Norme tecniche il nuovo approccio alla progettazione antincendio: termini, definizioni, generalità, metodi e strategie 8 11
 Le norme tecniche di prevenzione incendi DM 3/08/2015  Sezione S1-3 Strategie di reazione, resistenza al fuoco e compartimentazione 8 11
 Le norme tecniche di prevenzione incendi DM 3/08/2015  Sezione S6-8 Gestione della sicurezza, controllo, rivelazione e gestione dei fumi 8 11
 Le norme tecniche di prevenzione incendi DM 3/08/2015  Sezione S4 Esodo gestione emergenze, disabilità, inclusione e wayfinding 8 11
 Le norme tecniche di prevenzione incendi DM 3/08/2015  Sezione Metodi M1-2-3 Metodologie, scenari, salvaguardia con progettazione prestazionale 8 11
 Le norme tecniche di prevenzione incendi DM 3/08/2015  Sezione Approfondimento casi pratici di applicazione del codice 8 11
 Le norme tecniche di prevenzione incendi DM 3/08/2015: il nuovo approccio alla progettazione antincendio e le responsabilità 12 15
 REGOLE TECNICHE VERTICALI    
 DM 19/03/2015 Aggiornamento della regola tecnica di prevenzione incendi delle strutture sanitarie esistenti 8 11
 DM 28/02/2014 Aggiornamento della regola tecnica di prevenzione incendi delle strutture turistiche 8 11
 DM 16/08/2014 Aggiornamento della regola tecnica di prevenzione incendi degli asili nido 8 11
 DM 22/10/2015 Aggiornamento della regola tecnica di prevenzione incendi delle metropolitane 8 11
 DM 18/07/2014 Aggiornamento della regola tecnica di prevenzione incendi degli interporti 8 11
 DM 17/07/2014 Aggiornamento della regola tecnica di prevenzione incendi delle aereostazioni 8 11
 Regola tecnica di prevenzione incendi degli alberghi (di imminente pubblicazione) 8 11
 Regola tecnica di prevenzione incendi delle scuole (di imminente pubblicazione) 8 11
 Regola tecnica di prevenzione incendi delle autorimesse (di imminente pubblicazione) 8 11
 Regola tecnica di prevenzione incendi degli uffici (di imminente pubblicazione) 8 11
 Seminari autorizzati Ore Crediti
 PROTEZIONE ATTIVA    
 Modulo 1: D.M. 20/12/2012 Rivelazione incendi 4 4
 Modulo 2: D.M. 20/12/2012 Esempi di dimensionamento impianti di spegnimento a gas inerte secondo EN 15004 ed accenni sui sistemi di rivelazione secondo UNI 9795. Progettazione, installazione manutenzione. 4 4
 Modulo 3: D.M. 20/12/2012 Impianti Sprinkler 4 4
 Modulo 4: D.M. 20/12/2012 Reti idranti e gruppi di pompaggio 4 4
 Modulo 5: D.M. 20/12/2012 I sistemi di spegnimento ad acqua nebulizzata: progettazione, installazione ed approvazione 4 4
 Modulo 6: Obblighi, responsabilità civile e penale del professionista e la tutela assicurativa 4 4
 Modulo 7: Vulnerabilità sismica impianti antincendio 4 4
 Modulo 8: La manutenzione degli impianti antincendio quale supporto alle attività del professionista per il rilascio dell’asservazione  in fase di rinnovo periodico 4 4
 Regola tecnica di prevenzione incendi DM 20/12/2012 Impianti di spegnimento ad acqua nebulizzata 4 4
 Regola tecnica di prevenzione incendi DM 20/12/2012 Esempi di spegnimento impianti di spegnimento a gas inerte secondo EN 15004 ed accenni sui sistemi di rivelazione secondo UNI 9795. progettazione, installazione, manutenzione 4 4
 Progettazione antisismica nell’ambito dell’impiantistica antincendio 4 4
 Regola tecnica di prevenzione incendi DM 20/12/2012: reti idranti e gruppi di pompaggio 4 4
 Regola tecnica di prevenzione incendi DM 20/12/2012 Impianti sprinkler 4 4
 Regola tecnica di prevenzione incendi DM 20/12/2012 Impianti sprinkler di controllo e spegnimento e vulnerabilità sismica 4 4
 PROTEZIONE PASSIVA    
 Modulo 1: Il calcolo del carico d’incendio e la determinazione della classe degli edifici ai fini della resistenza al fuoco delle strutture 8 8
 Modulo 2: Gli eurocodici e gli annessi nazionali 4 4
 Modulo 3: Reazione al fuoco dei materiali 4 4
 Resistenza al fuoco delle strutture 4 4
 Progettazione di strutture resistenti al fuoco in calcestruzzo armato 4 4
 Progettazione di strutture resistenti al fuoco in acciaio 4 4
 Progettazione di strutture resistenti al fuoco in legno 4 4
 Progettazione di strutture resistenti al fuoco in murature 4 4
 Progettazione di strutture resistenti al fuoco: calcestruzzo armato e legno 4 4
  VENTILAZIONE SISTEMI EVACUATORI FUMO E CALORE    
 Modulo 1: Sistemi di evacuazione naturale di fumo e calore 4 4
 Modulo 2: Sistemi di evacuazione forzata di fumo e calore 4 4
 Modulo 3: Interazione fra impianti di spegnimento e sprinkler e sistemi di evacuazione forzata di fumo e calore 4 4
 VENTILAZIONE    
 La gestione, progettazione e mantenimento nel tempo di impianti di evacuazione naturale e forzata secondo la UNI 9494-1-2-3. Smoke management. L’approccio ingegneristico alla gestione dei fumi 8 8
 Smoke management. L’approccio ingegneristico alla gestione dei fumi e l’esodo 5 5
 NORMAZIONE    
 Modulo 1: Nuovo procedimento di prevenzione incendi 8 8
 Modulo 2: La Scia in pratica 8 8
 GESTIONE DEL RISCHIO    
 Attività a rischio rilevante – La nuova Seveso III D.Lgs. 26/06/2015 n. 105 8 8
 Il rischio elettrico e l’incendio: connessioni e responsabilità 8 8
 REGOLE TECNICHE VERTICALI    
 DM 19/03/2015 Aggiornamento della regola tecnica di prevenzione incendi delle strutture sanitarie esistenti 8 8
 DM 28/02/2014 Aggiornamento della regola tecnica di prevenzione incendi delle strutture turistiche 8 8
 DM 16/08/2014 Aggiornamento della regola tecnica di prevenzione incendi degli asili nido 8 8
 DM 22/10/2015 Aggiornamento della regola tecnica di prevenzione incendi delle metropolitane 8 8
 DM 18/07/2014 Aggiornamento della regola tecnica di prevenzione incendi degli interporti 8 8
 DM 17/07/2014 Aggiornamento della regola tecnica di prevenzione incendi delle aereostazioni    
 Regola tecnica di prevenzione incendi degli alberghi (di imminente pubblicazione) 8 8
 Regola tecnica di prevenzione incendi delle scuole (di imminente pubblicazione) 8 8
 Regola tecnica di prevenzione incendi delle autorimesse (di imminente pubblicazione) 8 8
 Regola tecnica di prevenzione incendi degli uffici (di imminente pubblicazione) 8 8

Titolo autorizzativo

Archivio corsi

Corsi autorizzati 2015  Ore  Crediti
 Modulo 1: D.M. 20/12/2012 Rivelazione incendi 4 7
 Modulo 2: D.M. 20/12/2012 Esempi di dimensionamento impianti di spegnimento a gas inerte secondo EN 15004 ed accenni sui sistemi di rivelazione secondo UNI 9795. Progettazione, installazione manutenzione. 4 7
 Modulo 3: D.M. 20/12/2012 Impianti Sprinkler 4 7
 Modulo 4: D.M. 20/12/2012 Reti idranti e gruppi di pompaggio 4 7
 Modulo 5: D.M. 20/12/2012 I sistemi di spegnimento ad acqua nebulizzata: progettazione, installazione ed approvazione 4 7
 Modulo 6: Obblighi, responsabilità civile e penale del professionista e la tutela assicurativa 4 7
 Modulo 7: Vulnerabilità sismica impianti antincendio  4 7
 Modulo 8: La manutenzione degli impianti antincendio quale supporto alle attività del professionista per il rilascio dell’asservazione  in fase di rinnovo periodico 4 7
 Modulo 9: Applicazione delle direttive ATEX 24 27
 Modulo 10: Il rischio di incendio ed esplosione nei luoghi di lavoro “Fire safety at work” 30 28
 I sistemi di controllo dell’incendio non ad acqua 4 7
 Impianti antincendio manuali ed automatici: alimentazione idrica e locali tecnici 4 7
 H2O-gas Nuovi sistemi di protezione attiva mista in linea con il DM 20/12/2012 (Decreto impianti) 4 7
 Impianti di controllo e spegnimento speciali: schiuma, areosol, riduzione ossigeno 8 11
 Reti idranti e gruppi di pompaggio 4 7
 Reti idranti e gruppi di pompaggio 8 11
     
   PROTEZIONE PASSIVA
 Modulo 1: Il calcolo del carico d’incendio e la determinazione della classe degli edifici ai fini della resistenza al fuoco delle strutture 8 11
 Modulo 2: Gli eurocodici e gli annessi nazionali 4 7
 Modulo 3: Reazione al fuoco dei materiali 4 7
 Protezione passiva dal fuoco delle strutture. Acciaio, cemento armato, murature, legno. 4 7
 Le compartimentazioni degli attraversamenti. Le condotte i filtri l’estrazione forzata di fumo e calore 4 7
 Le porte resistenti al fuoco/fumo. marcatura CE ai sensi della norma UNI EN 16034 8 11
 La protezione passiva dal fuoco delle strutture portanti e degli attraversamenti di impianti 8 11
 Protezione passiva dal fuoco: le compartimentazioni, gli attraversamenti, le condotte e la protezione delle strytture acciaio, cemento armato, murature, legno 4 7
 Il calcolo del carico di incendio e le curve d’incendio 4 7
 Eurocodici parte fuoco 4 7
 La protezione al fuoco delle strutture in cemento armato, calcestruzzo e acciaio 8 11
 La resistenza al fuoco delle strutture 8 11
     
   VENTILAZIONE SISTEMI EVACUATORI FUMO E CALORE
 Le nuove norme UNI 9494 parte 1 e UNI 9494 parte 2. progettazione e installazione dei sistemi di evacuazione di fumo e calore (SEFC) e manutenzione impianti nel tempo parte 3 8 11
 Progettazione dei locali ricarica muletti e batterie di tradizione 4 7
 La gestione della ventilazione dei fumi ai fini della sicurezza antincendio alla luce del nuovo codice di prevenzione incendi 4 7
 La gestione dei prodotti della combustione fumo e calore e le condotte di ventilazione 4 7
 Interazione fra impianti di spegnimento di protezione attiva e sistemi di evacuazione di fumo e calore 4 7
     
NORMAZIONE
 Modulo 1: Nuovo procedimento di prevenzione incendi 8 11
 Modulo 2: La Scia in pratica 8 11
 La prevenzione incendi nei depositi di logistica e il mantenimento nel tempo dei presidi antincendio 4 7
 Progettazione, costruzione e la manutenzione degli impianti antincendio quale supporto alle attività del professionista per il rilascio dell’asservazione in fase di rinnovo periodico 4 7
 L’asservazione per il rinnovo periodico dei presidi antincendio: competenze, procedure e verifiche del professionista 4 7
 Procedure documentali ai comandi DPR 151 DM 7/8/2012 4 7
 Protezione Passiva – Protezione Attiva 6+6 9+9
 Sistemi di evacuazione naturale di fumo e calore 4 7
 Sistemi di evacuazione forzata di fumo e calore 4 7

 

 

 Corsi autorizzati 2014  Ore  Crediti
 Modulo 1: D.M. 20/12/2012 Rivelazione incendi 4 4
 Modulo 2: D.M. 20/12/2012 Esempi di dimensionamento impianti di spegnimento a gas inerte secondo EN 15004 ed accenni sui sistemi di rivelazione secondo UNI 9795. Progettazione, installazione manutenzione. 4 4
 Modulo 3: D.M. 20/12/2012 Impianti Sprinkler 4 4
 Modulo 4: D.M. 20/12/2012 Reti idranti e gruppi di pompaggio 4 4
 Modulo 5: D.M. 20/12/2012 I sistemi di spegnimento ad acqua nebulizzata: progettazione, installazione ed approvazione 4 4
 Modulo 6: Obblighi, responsabilità civile e penale del professionista e la tutela assicurativa 4 4
 Modulo 7: Vulnerabilità sismica impianti antincendio  4 4
 Modulo 8: La manutenzione degli impianti antincendio quale supporto alle attività del professionista per il rilascio dell’asservazione  in fase di rinnovo periodico 4 4
 Modulo 9: Applicazione delle direttive ATEX 24 24
 Modulo 10: Il rischio di incendio ed esplosione nei luoghi di lavoro “Fire safety at work” 30 25
   PROTEZIONE PASSIVA
 Modulo 1: Il calcolo del carico d’incendio e la determinazione della classe degli edifici ai fini della resistenza al fuoco delle strutture 8 8
 Modulo 2: Gli eurocodici e gli annessi nazionali 4 4
 Modulo 3: Reazione al fuoco dei materiali 4 4
   VENTILAZIONE SISTEMI EVACUATORI FUMO E CALORE
 Modulo 1: Sistemi di evacuazione naturale di fumo e calore 4 4
 Modulo 2: Sistemi di evacuazione forzata di fumo e calore 4 4
 Modulo 3: Interazione fra impianti di spegnimento e sprinkler e sistemi di evacuazione forzata di fumo e calore 4 4
NORMAZIONE
 Modulo 1: Nuovo procedimento di prevenzione incendi 8 8
 Modulo 2: La Scia in pratica 8 8